[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168

Autore Topic: [DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168  (Letto 1613 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline DDT

  • Full Member
  • ***
  • Post: 160
  • località di residenza: Breganze (VI)
[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168
« il: 21/08/2017 20:44 »
Con un po’ di ritardo posto il report sulla salita al Pelmo, al momento la più bella ascensione mai fatta.
Abbiamo pernottato al Rifugio Venezia, per risparmiarci 400 mt di dislivello e poter partire all’alba.
Salita dal canalone della Fessura e poi per la fantastica Cengia di Grohmann; discesa per la cengia di Ball (la via normale): in mezzo 12 ore immersi in una montagna immensa, tra colori che solo la dolomia offre.
   
Dopo l’avvicinamento sul SV 472 dell’Anello Zoldano verso Forcella Stalulanza, lasciamo la traccia segnata per salire verso la Fessura: l’ascesa non è banale, in particolare nella parte superiore del canalone ci si muove su terreno disagevole (scoli franati, ghiaie mobili) o su roccia spesso sporca di ghiaino.
Poco prima di raggiungere la Fessura, la stretta forcella che separa il Pelmetto dalla spalla Sud del Pelmo, stacca sulla dx la cengia di Grohmann, una traccia quasi mistica che collega la Fessura al Vant, sospesa sopra un abisso di 700/800 metri.
L’esposizione, quasi sempre indiretta, è altissima; però si cammina normalmente tra le ghiaie, ovviamente con estrema attenzione perchè non ci sono margini di errore. Il 2° spigolo da aggirare è l’unico punto veramente delicato, ma chi è avvezzo all’esposizione lo passa senza problemi.
La cengia termina poi sul Vant, l’accesso alla cima, dove si guadagna quota velocemente tra ghiaie, gradoni e roccette. Sul margine superiore del Vant la vista si apre su Spalla Sud e Spalla Est e si capisce quanto è maestoso il Pelmo.
I numerosissimi ometti conducono sulla cresta tra la Spalla Sud e la Cima e poi in vetta, con la vista che spazia su tutte le Dolomiti ed oltre: indescrivibile.
Si torna per la stessa via dell’andata, solo che invece di prendere la cengia di Grohmann si prosegue in discesa sul Vant epoi, quando è chiuso da un salto di roccia di qualche centinaio di metri, si prende la cengia di Ball, la via del 1° salitore del Pelmo.
La Ball è una cengia rocciosa, percorsa abitualmente da quasi tutti gli escursionisti che tentano la cima ma non per questo facile: molto esposta, attrezzata con cordini di dubbia tenuta solo in alcuni dei punti più scabrosi.
Al termine della cengia si disarrampica su alcuni facili gradoni e quindi, ormai fuori dalle difficoltà e ritrovato il SV dell’Anello Zoldano, gli ultimi passi prima sul veloce ghiaione in discesa e poi tra i mughi riportano al Rifugio Venezia.

Alcune foto:


Pelmo all’alba


sul canalone della Fessura




il 1° tratto della cengia di Grohmann


Pelmetto


2^ parte della cengia, la più delicata


l’espostissimo spigolo dove termina la 2^ parte


nell’ultimo tratto della cengia di Grohmann


il Vant, la cima del Pelmo è al centro della foto


la Spalla Est, in 2° piano l’Antelao


Spalla Sud


l’ultima parte della salita


in vetta


dalla vetta: vista verso Lagazuoi e Tofane

 
cengia di Ball, il passo del Gatto


sulla cengia di Ball, ormai in vista delle ghiaie


15 Km, D+ 1400 mt. (dal/al Rifugio Venezia)

Fotoracconto:


Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.819
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168
« Risposta #1 il: 21/08/2017 21:04 »
Molto bello, complimenti. Ma perché non attrezzano con qualche cordino d'acciaio i punti più pericolosi?
« Ultima modifica: 21/08/2017 22:21 da AGH »

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 816
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168
« Risposta #2 il: 21/08/2017 21:36 »
Bello DDT, mi piacerebbe veramente andarci ben conscio delle difficoltà ma appena ho visto quella foto nella tua relazione con appunto la didascalia " l'espostissimo spigolo dove termina la 2° parte" beh ecco anche no, come scrivi anche tu non sono avvezzo all'esposizione se non per brevi tratti e comunque attrezzati oddio forse potrei anche farcela, forse però... ;D
Comunque mi accodo ad Agh.
Vado in montagna più per la paura di non vivere che per quella di morire.

Offline DDT

  • Full Member
  • ***
  • Post: 160
  • località di residenza: Breganze (VI)
[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168
« Risposta #3 il: 21/08/2017 22:38 »
Molto bello, complimenti. Ma perché non attrezzano con qualche cordino d'acciaio i punti più pericolosi?
In effetti è strano non l'abbiano ancora fatto, vista l'elevata frequentazione della normale per la cengia di Ball.
Ci sono anni in cui sul passo del Gatto c'era un cordino, anni in cui veniva tolto. Un mese fa c'erano cordini in 3 punti diversi della Cengia...anche se nessuno di noi si è fidato a dare peso su questi.
Nella cengia di Ball, solidissima, ci sono comunque chiodi e anelli vari per assicurazione a corda; nella Grohmann non c'è nulla perchè è impossibile assicurarsi su quella roccia marcia.

Bello DDT, mi piacerebbe veramente andarci ben conscio delle difficoltà ma appena ho visto quella foto nella tua relazione con appunto la didascalia " l'espostissimo spigolo dove termina la 2° parte" beh ecco anche no, come scrivi anche tu non sono avvezzo all'esposizione se non per brevi tratti e comunque attrezzati oddio forse potrei anche farcela, forse però... ;D
Comunque mi accodo ad Agh.
Lo spigolo è sulla cengia di Grohmann dove passeranno 20/25 persone l'anno, nella cengia di Ball in estate ne passano 20/25 al giorno (anche se comunque l'esposizione è alta).

Offline Jader

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 92
  • Sesso: Maschio
  • Never stop exploring!
  • località di residenza: Bussolengo
[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168
« Risposta #4 il: 21/08/2017 22:39 »
Molto bello, complimenti. Ma perché non attrezzano con qualche cordino d'acciaio i punti più pericolosi?
Pensavo pure io..hanno attrezzato parti meno delicate..non credo che i "puristi" si offenderanno ulteriormente :D
Jader
"L’alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia" (cit. B.Detassis)

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.124
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168
« Risposta #5 il: 22/08/2017 09:58 »
Splendido reportage di una montagna che (escursionisticamente) conosco bene. Proprio la settimana scorsa abbiamo fatto la parte sudovest dell'Anello Zoldano e ci chiedevamo se era possibile passare dalla Fessura. Bravi

Offline Oma

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.472
  • Sesso: Femmina
Re:[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168
« Risposta #6 il: 23/08/2017 21:09 »
Che spettacolo!  :) Bellissimo il Pelmo e complimenti per l'obiettivo raggiunto :D ... io mi accontento di girarci intorno o ammirarlo dalle cimette intorno!  ;)

Offline fililu

  • Full Member
  • ***
  • Post: 204
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Besenello
Re:[DOLOMITI DI ZOLDO] M. Pelmo m 3168
« Risposta #7 il: 28/08/2017 22:35 »
Bellissimo ,grazie. Ormai sarà per il prossimo anno. complimenti per le foto.