[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659

Autore Topic: [PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659  (Letto 667 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 256
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Amsterdam

La tavolozza autunnale sottostante alla Priaforà (1659m).

L'ultima settimana di ottobre sono riuscito a rientrare in patria per qualche giorno. Giovedì 26 io, Leonardo e Lara abbiamo avuto modo di trascorrere una bella giornata in compagnia sui primi contrafforti che sbucano dalle propaggini settentrionali del vicentino, attraverso sentieri poco battuti e praticamente deserti.

Attacchiamo il sentiero che dalla strada del Prà lungo si alza verso il Colletto di Posina (1102m), tagliando i tornanti della mulattiera. In breve raggiungiamo l'abitazione privata da cui parte il sentiero di arroccamento 401, anche questo frutto degli scavi dei soldati della Prima Guerra Mondiale: ci capiterà di attraversare diverse gallerie scavate nella roccia.


(Clicca per ingrandire) Il primo tratto del sentiero 401.


(Clicca per ingrandire) Già dopo poco la vista verso ovest è meravigliosa: gruppo del Carega, Baffelan, tre apostoli, Cornetto, Pasubio e,
davanti a tutti, il lussureggiante Colletto di Posina (1102m).

Dopo circa un'ora arriviamo alla paradisiaca Malga Fontana (1330m), dove passiamo sul versante ovest del Monte Caliano (1648m), dove la foresta di caducifoglie tipica della val Leogra lascia il posto alle abetaie più tipiche della Val d'Astico.


(Clicca per ingrandire) In vista di Malga Fontana (1330m), sopra cui troneggiano i roccioni del Monte Caliano (1648m).

Da lì proseguiamo più in ombra fino ad aggirare il torrione roccioso, che risaliamo fino alla cima facilmente raggiungibile lungo una traccia discretamente sul lato est. Dopo 2 ore di cammino dalla partenza a passo tranquillo siamo in vetta al Monte Caliano (1648m), da cui si gode una vista a 360º che non è niente male!


(Clicca per ingrandire) Guardando a NE dalla cima del Caliano, si vede fino al Lagorai e alle Pale di San Martino.
Al centro la Val di Posina, a destra della quale si erge la Priaforà (1659m)

Ridiscendiamo dalla cima e continuiamo lungo il sentiero 401 e in mezz'ora arriviamo al Monte Rione (1691m), da cui si apre la vista sulla bucolica Piana del Novegno.


Uno degli osservatori militari incontrati lungo il sentiero, questo con vista sul Pasubio.


(Clicca per ingrandire) L'incantata Piana del Novegno.

Dal Rione scendiamo lungo la mulattiera fino al Passo Vaccaresse, dove giriamo a destra prendendo il sentiero 455, che in circa 45 minuti scende fino al Passo Campedello (1435m), dove prendiamo il sentiero 435, che in altri 3/4 d'ora porta in cima alla Priaforà (1659m), dove pranziamo. Ovviamente anche qui gran bella vista a 360º.


La pozza d'acqua in prossimità del Passo Campedello (1435m).

1 2
1) La "pria forà", con vista su Velo d'Astico e costoni meridionali dell'altopiano di Asiago.
2) la vista dal sentiero 435.



(Clicca per ingrandire) Vista sulla Val Posina e sul Monte Maggio. Più in fondo, le Dolomiti di Brenta.


Zoomata sul Monte Cimone (1226m) e sul bivacco del Caviojo (1078m), dove un paio di inverni fa trascorsi la notte.

Ridiscendiamo fino al passo Campedello da cui prendiamo la forestale che risale il versante NO della Cima Alta (1649m) e sbuca sul Passo Vaccaresse, in circa 50 minuti dalla cima della Priaforà.


Arrivando al Passo Vaccaresse.

Poco dopo troviamo la deviazione per il sentiero 488, poi 492, che si snoda lungo i versanti nord degli stessi monti su cui abbiamo camminato la mattina, questa volta attraverso un'interminabile faggeta abbarbicata sul ripido suolo, ora ricoperto da uno spesso strato di foglie: in alcuni punti sprofondiamo fino alle ginocchia. Sono un po' più avanti di Leo e Lara, cammino in silenzio e mi accorgo che un'ombra scura mi sta osservando: giro lo sguardo verso l'alto e vedo un bel camoscio col manto già invernale, che lancia un breve sbuffo e poi si allontana. Faccio a tempo a immortalarlo mentre se ne va.


Attraverso la scoscesa faggeta, mentre il pomeriggio si fa inoltrato e le nuvole si addensano.

Impieghiamo un'ora abbondante per percorrere nel bosco la distanza che ci separa dal bivio che si trova prima di Malga Fontana e un'altra mezz'oretta per rifare il tratto iniziale del sentiero 401 e tornare alla macchina.


Sbucando dal sentiero 492 sul 401, ci accoglie la familiare vista ora più soffusa delle Piccole Dolomiti.

Un itinerario che a prima vista può sembrare poco appariscente ma che ci ha saputo regalare viste e sensazioni semplici e oneste. Ci tornerei (e ci tornerò) non appena possibile, questo tipo di montagna non mi stanca mai. La zona prealpina dell'alto vicentino si conferma meravigliosa e assume tonalità incantate in autunno, già lontana dai flussi turistici in questa stagione è totalmente deserta. 

Sviluppo: 18.5km
Dislivello: 1520m
Tempo impiegato: 7h


In allegato il file KML.

« Ultima modifica: 07/11/2017 17:35 da Matteo Nicolin »
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 1.957
  • Sesso: Femmina
[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #1 il: 07/11/2017 20:15 »
Bravo Matteo e amici e complimenti per la vostra bella e lunga scarpinata! :D  Sono luoghi che anch'io frequento spesso, sono le montagne più vicine da raggiungere per noi. Eravamo in quelle zone proprio il giorno prima di voi, mercoledì 25 ottobre! 
Fatto un anello però più corto del vostro e anche con meno dislivello  :).
Siamo partiti comodamente poco sotto Busa Novegno e saliti a cima Priaforà, poi al Monte Rione e a Cima Novegno. Hai ragione, sono luoghi molto belli paesaggisticamente e anche molto interessanti sotto il profilo storico, ci sono tante fortificazioni e postazioni della GG, in particolare quelle delle Vaccaresse. Ora merita essere visitata anche la Galleria che si trova sotto "il buco di Priaforà"  (non so se ci siete stati), proseguendo un pò per la sterrata. E'  stata sistemata e ripulita quest'anno e attraversa la montagna con varie diramazioni. Ho sentito dire che sistemeranno anche le altre ai livelli superiori, di preciso non so se siano 3 o 4 livelli.
Mi permetto di aggiungere qualche foto  :)

dal Monte Rione, il monte Cogolo, Caliano e Spin, sullo sfondo il Pasubio


 

sotto Cima Priaforà



Gallerie di guerra su vari livelli




Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 256
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Amsterdam
[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #2 il: 07/11/2017 20:52 »
Bravo Matteo e amici e complimenti per la vostra bella e lunga scarpinata! :D  Sono luoghi che anch'io frequento spesso, sono le montagne più vicine da raggiungere per noi. Eravamo in quelle zone proprio il giorno prima di voi, mercoledì 25 ottobre!

Grazie mille Edel! Che coincidenza, anche la vostra giornata dev'essere stata bellissima. :D

Ora merita essere visitata anche la Galleria che si trova sotto "il buco di Priaforà"  (non so se ci siete stati) [...]

Mai! Urge rimediare. :) Ma... Al prossimo rientro. Grazie per le belle foto che hai aggiunto!
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 19.412
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #3 il: 08/11/2017 09:30 »
Bellissimo giro anche questo, in posti che assolutamente non conosco :( Grazie per la condivisione!

Offline danj

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 251
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Vicenza
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #4 il: 08/11/2017 21:29 »
Ciao Matteo! Complimenti per il bel giro! Sono luoghi che conosco bene anch'io e, seppur "poco appariscenti" come dici tu, amo molto frequentare questi sentieri, soprattutto in periodo autunnale e invernale! Mi fa piacere vedere che anche giovani come voi li sappiano apprezzare...
Avrai visto che anche noi "veterani veneti" della banda di Gim abbiamo presentato il Novegno, sia pure con un giro molto più ridotto e in una giornata decisamente meno favorevole!
https://girovagandoinmontagna.com/gim/veneto/prealpi-vicentine-monte-rione/
Certo che abitare in Olanda e amare la montagna è un bel patimento....
Ciao!!!

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.094
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #5 il: 08/11/2017 22:08 »
Belle zone, scoperte da poco, fatte in primavera due volte

http://girovagandoinmontagna.com/gim/veneto/monti-novegno-e-rione-prealpi-vicentine/

http://girovagandoinmontagna.com/gim/veneto/prealpi-vicentine-monte-priafora/

e in pieno e umido autunno come ricordava danj  ;D

Poco note, ma facilmente raggiungibili dalla pianura veneta

Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 256
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Amsterdam
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #6 il: 08/11/2017 23:09 »
Bellissimo giro anche questo, in posti che assolutamente non conosco :( Grazie per la condivisione!

Piacere mio AGH! Sono posti modesti ma nel senso più positivo del termine. A livello di flora davvero particolari e diversi dalle montagne che si trovano anche solo una valle più a nord. Sono zone davvero uniche, con una storia peraltro molto interessante, crocevia culturali tra le popolazioni mediterranee e quelle discese da nord, germaniche, longobarde e cimbre, terra di minatori. Si scavava in cerca di ferro e argento. Non so se avete mai avuto modo di leggere i libri di Umberto Matino, che sono dei gialli storici meravigliosi ambientati in queste zone (sono sicuro che i vicentini sapranno di cosa parlo ;) ).

Ciao Matteo! Complimenti per il bel giro! Sono luoghi che conosco bene anch'io e, seppur "poco appariscenti" come dici tu, amo molto frequentare questi sentieri, soprattutto in periodo autunnale e invernale! Mi fa piacere vedere che anche giovani come voi li sappiano apprezzare...
Avrai visto che anche noi "veterani veneti" della banda di Gim abbiamo presentato il Novegno, sia pure con un giro molto più ridotto e in una giornata decisamente meno favorevole!
https://girovagandoinmontagna.com/gim/veneto/prealpi-vicentine-monte-rione/
Certo che abitare in Olanda e amare la montagna è un bel patimento....
Ciao!!!

Ciao Danj, grazie mille. :) Apprezziamo eccome e, come dici tu, è davvero un gran patimento per me stare lontano. Ma confido che un giorno potrò tornare in pianta stabile a casa, tra i nostri monti.
Ho avuto modo di vedere il bel giro nella nebbia che avete fatto solo il giorno in cui mi sono messo a scrivere questa relazione: ultimamente sono stato molto occupato e non sono riuscito a seguire il forum quanto vorrei.

Belle zone, scoperte da poco, fatte in primavera due volte

http://girovagandoinmontagna.com/gim/veneto/monti-novegno-e-rione-prealpi-vicentine/

http://girovagandoinmontagna.com/gim/veneto/prealpi-vicentine-monte-priafora/

e in pieno e umido autunno come ricordava danj  ;D

Poco note, ma facilmente raggiungibili dalla pianura veneta

Poco note ma a mio parere splendide! Speriamo che rimangano poco note ;D Grazie dei link alle tue belle relazioni e foto, queste mi erano scappate!  ::)
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 283
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #7 il: 13/11/2017 08:20 »
Grazie Matteo per il suggerimento!
Ieri siamo andati a ripetere più o meno il tuo giro. Solo per il ritorno ci siamo tenuti sui sentieri del versante sud, in modo da ridurre un po' il dislivello complessivo ed i tempi.
Mattina serenissima salendo in auto fino al Pian delle Fugazze, poi nebbia e nubi basse  >:(. Per fortuna le nubi finivano a 1400, quindi ci siamo potuti godere la vista almeno dalla cresta fino al Rione  :)
Invece dal Priafora' non abbiamo visto niente ma va bene lo stesso, ci siamo consolati con la visita al sistema di gallerie.
Bella gita, conclusa con un'oretta di pioggia e quasi al buio...
« Ultima modifica: 13/11/2017 08:22 da piesospinto »
Mauro

Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 256
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Amsterdam
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #8 il: 13/11/2017 10:38 »
Grazie Matteo per il suggerimento!
Ieri siamo andati a ripetere più o meno il tuo giro. Solo per il ritorno ci siamo tenuti sui sentieri del versante sud, in modo da ridurre un po' il dislivello complessivo ed i tempi.
Mattina serenissima salendo in auto fino al Pian delle Fugazze, poi nebbia e nubi basse  >:(. Per fortuna le nubi finivano a 1400, quindi ci siamo potuti godere la vista almeno dalla cresta fino al Rione  :)
Invece dal Priafora' non abbiamo visto niente ma va bene lo stesso, ci siamo consolati con la visita al sistema di gallerie.
Bella gita, conclusa con un'oretta di pioggia e quasi al buio...

Grazie a te! Mi fa piacere che abbiate avuto modo di visitare quei bei posti. :) Se arrivi dalla val d'Adige o giù di lì può darsi che tu non lo sappia, ma noi vicentini abbiamo un detto: Schio orinàl de Dio. ;D Essendo una valle che si affaccia sulla pianura è spessissimo immersa nella nebbia, specie in questa stagione.
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com

Offline danj

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 251
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Vicenza
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #9 il: 14/11/2017 22:04 »
Combinazione domenica 12 eravamo anche noi in zona!
Noi siamo saliti dal versante nord e precisamente da Fusine, frazione di Posina. Lì però le nubi ci hanno avvolto subito e l'escursione l'abbiamo passata tutta all'umido!! :(
Abbiamo tentato un sentiero non segnato e anche scomparso alla fine e la ravanata si è prolungata oltre il previsto, cosa che ci ha fatto rinunciare alla salita alla cima del Priaforà considerato anche che le previsioni davano pioggia nel pomeriggio. Comunque l'abbiamo, si può dire circumnavigata, poichè siamo alla fine arrivati al sentiero 466 e poi ci siamo diretti verso la Busa del Novegno, dopo aver pranzato a Malga Campedello. Nei pressi del monte Rione siamo scesi nuovamente verso Fusine con il sentiero 488 detto del Boalon del Novegno, un infame sentiero che percorre pressoché dall'inizio alla fine un canalone detritico instabile e malmesso! Nella parte alta abbiamo anche pestolato la prima neve della stagione.
Qualche foto per rendere l'atmosfera...

Iscrizione scovata durante la ravanata



Nella stessa caverna di guerra abbiamo ritrovato anche i resti di un povero camoscio...forse era diventata tana di qualche selvatico


Passo Campedello. Notare anche qui le indicazioni Cai divelte


Malga Campedello


Il sacello ai caduti del Novegno


La prima neve... come il bel film girato a Pergine


...non è Sherwood....


Il tratto finale del caotico boale


Ancora qualche colore autunnale


Le cupe torri della Gamonda sopra Fusine, già stava piovendo


Le foto sono così così, un po' per la nebbia, un po' perchè alcune foto sono fatte col cell!

Ciao!!!

Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 256
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Amsterdam
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #10 il: 14/11/2017 22:07 »
Qualche foto per rendere l'atmosfera...

Bellissime, grazie danj! Penso che il cartello sia stato divelto dal vento, so che in questi giorni ha pestato tantissimo...
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 1.957
  • Sesso: Femmina
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #11 il: 15/11/2017 13:51 »
Noi siamo saliti dal versante nord e precisamente da Fusine, frazione di Posina. Lì però le nubi ci hanno avvolto subito e l'escursione l'abbiamo passata tutta all'umido!! :(

Bravissimi a vincere la pigrizia e partire nonostante il nebbione di domenica mattina qua in pianura e le previsioni poco entusiasmanti della giornata.  Guardando fuori dalla finestra (e abitiamo ad un tiro di schioppo) sarebbe venuto spontaneo a tanti ritornare a letto sotto le coperte!   
Comunque ogni lasciata è persa e avete fatto benissimo a trascorrere la giornata sui monti lo stesso! Prossima volta vi meritate il sole e cielo azzurrissimo!!! :D Ciaoo

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 283
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #12 il: 15/11/2017 18:02 »
Combinazione domenica 12 eravamo anche noi in zona!
Noi siamo saliti dal versante nord e precisamente da Fusine, frazione di Posina.
Penso che ci siamo mancati di poco, anzi forse ci siamo inseguiti per un po'... Tra l'altro, anch'io originariamente volevo salire da Fusine, che da Trento è l'accesso più comodo, poi ho visto il report di Matteo che mi ha svelato questa possibilità che ho colto al volo, avendo anche meno dislivello.
Mauro

Offline danj

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 251
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Vicenza
Re:[PREALPI VICENTINE] Anello alla Priaforà m 1659
« Risposta #13 il: 17/11/2017 21:13 »
Penso che ci siamo mancati di poco, anzi forse ci siamo inseguiti per un po'... Tra l'altro, anch'io originariamente volevo salire da Fusine, che da Trento è l'accesso più comodo, poi ho visto il report di Matteo che mi ha svelato questa possibilità che ho colto al volo, avendo anche meno dislivello.
Sicuramente il versante sud è più interessante paesaggisticamente, ma anche i sentieri da nord sono ugualmente interessanti, meno frequentati e più selvaggi.
Mi fa piacere che vi siate avventurati nella lande vicentine, peccato non aver scambiato almeno due parole in compagnia! Sarà per la prossima volta!