[CATENA DI CIMA DODICI] Tentativo invernale a Cima Dodici m 2336

Autore Topic: [CATENA DI CIMA DODICI] Tentativo invernale a Cima Dodici m 2336  (Letto 2399 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 282
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Vicenza

(clicca per ingrandire) Lo scenario incantato guardando a est da Bocchetta Portule (1937m).

Breve resoconto del tentativo di raggiungere Cima XII (2336m) effettuato in data martedì 26 dicembre 2017.

Parcheggiamo l'auto a malga Larici (1625m), che con la neve risulta l'unico punto d'attacco plausibile. Alle 7:40 prendiamo la strada militare che porta a Bocchetta Portule (1937m), coincidente col sentiero 826. Raggiungiamo la bocchetta dopo 1:45h, ad attenderci è una distesa bianca e lattiginosa: le nuvole basse ci danno l'impressione di entrare in un non-luogo, inoltre al suolo ci sono circa 40cm di neve, ma decidiamo di continuare lungo la militare segnata sulla cartina come sentiero 830. In 40 minuti circa raggiungiamo Campo Gallina (1855m) e proseguiamo nella neve che da molle si fa ghiacciata, facilitando notevolmente il nostro incedere. In un'oretta scarsa raggiungiamo la busa della neve (2050m ca) a poco più di 1km dal Bivio Italia (1987m). Un toponimo azzeccato, giacché da lì non siamo più in grado di capire dove vada il sentiero, perché tutto è coperto da un metro di neve intonsa e gelata, per cui riteniamo saggio fare dietro-front e tornare sui nostri passi. È la prima volta che visitiamo queste zone e procedere in queste condizioni non ci pare saggio. Nel frattempo si scatena una bufera di neve che ci accompagnerà fino a Campo Gallina. Una volta in vista di Bocchetta Portule il cielo concede qualche sprazzo d'azzurro che illumina e riscalda un'altrimenti fredda e turbolenta giornata. Il rientro alla macchina è tranquillo e scandito da sporadiche fioccate.
Un'escursione particolare, che ci ha fatto assaporare emozioni da alta montagna pur rimanendo a quote basse, lungo tratturi relativamente semplici. Ovviamente di Cima XII neanche l'ombra ma ce l'aspettavamo, è stato più un pretesto per spingerci quanto più in là possibile.

Sviluppo: 24km
Dislivello: 1500m
Tempo impiegato: 6h30min


In allegato il file KML.

 
(clicca per ingrandire)


(clicca per ingrandire)


(clicca per ingrandire)





<a href="http://www.youtube.com/watch?v=vT2Fh0QaQ7E" target="_blank" class="aeva_link bbc_link new_win"><a href="http://www.youtube.com/watch?v=vT2Fh0QaQ7E" target="_blank">http://www.youtube.com/watch?v=vT2Fh0QaQ7E</a></a>



« Ultima modifica: 05/01/2018 11:22 da Matteo Nicolin »
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.041
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Molto interessante, bravissimi :) Vedo dalla traccia che vi siete fermati molti prima di Cima Dodici. Un paio di domande: siete andati a piedi, sci o ciaspole? Con molta neve recente era prevedibile che non ci sarebbe stata traccia e, per la natura del terreno aperto e con molte vallette, doline, depressioni, era molto ostico riuscire a trovare la via, specie con poca visibilità.
Il sentiero estivo arriva alla base di Cima Dodici, che si sale con una breve rampa sul lato Est. Non avevate GPS? Era l'unico modo penso per arrivarci... Certo con un meteo più favorevole sarebbe stato tutto più semplice.
Comunque complimenti, ci vuole fantasia e coraggio per imbarcarsi in un tentativo simile :)

Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 282
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Vicenza
Molto interessante, bravissimi :)
Grazie mille Ghez, è stata una bella esperienza! :)

Citazione
Siete andati a piedi, sci o ciaspole?
A piedi con ramponcini, non abbiamo le ciaspole! 

Citazione
Non avevate GPS? Era l'unico modo penso per arrivarci...
Avevamo il logger e i telefonini. Ma viste le condizioni meteo (leggi bufera), la quantità di neve così abbondante e l'insufficienza della nostra attrezzatura (ripeto solo ramponcini) abbiamo optato per il ripiego.
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.041
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Ma viste le condizioni meteo (leggi bufera), la quantità di neve così abbondante e l'insufficienza della nostra attrezzatura (ripeto solo ramponcini) abbiamo optato per il ripiego

cioè con un metro di neve solo coi ramponcini? pazzi  ;D

Offline Matteo Nicolin

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 282
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Vicenza
cioè con un metro di neve solo coi ramponcini? pazzi  ;D

Ti dico, in realtà la neve per la maggior parte del tragitto era ghiacciata quindi c'è andata più che di lusso. ;D
Matteo Nicolin

La realtà è il cinque per cento della vita. L'uomo deve sognare per salvarsi.

Walter Bonatti


http://doubtstep.com