Ferrata delle Aquile in Paganella

Autore Topic: Ferrata delle Aquile in Paganella  (Letto 8626 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline climbalone

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 321
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Ferrata delle Aquile in Paganella
« il: 28/12/2015 07:51 »
Sarebbe ufficialmente chiusa, ma ieri era percorsa da decine di persone.
Ci sono anche due ponti tibetani, che non sarebbero stati indispensabili, ma aggiungono un tocco da "parco divertimento".
Difficoltà a livello della Ferrata Pisetta, direi: necessaria esperienza, braccia, tecnica, e niente paura del vuoto!

Per contro, la parte iniziale, detta "Sentiero delle Aquile" è percorribile separatamente e in facilità, e offre comunque panorami eccezionali.

Qualche foto:
Vista sul Brenta:


Vista sul Bondone, e oltre:


La parete del Dente di Corno che la ferrata attraversa:


Arco di Tito:


Nella parte iniziale:


Altre foto della ferrata:








Valle dell'Adige:

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.226
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Ferrata delle Aquile in Paganella
« Risposta #1 il: 28/12/2015 07:55 »
Addirittura difficile come la Pisetta?

Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk


Offline Claudia

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.721
  • Sesso: Femmina
Re:Ferrata delle Aquile in Paganella
« Risposta #2 il: 28/12/2015 12:28 »
Ne ho letto proprio ieri su facebook.
Ma sarebbe ufficialmente chiusa perchè?

Offline Pistacchio

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 676
  • località di residenza: Madrano
Re:Ferrata delle Aquile in Paganella
« Risposta #3 il: 28/12/2015 12:41 »
Per me non è difficile come la Pisetta, siamo ben distanti, ma è abbastanza difficile. Soprattutto per l'assenza di punti sosta.
Ho visto gli orari, hai beccato un pirla "contromano"? Ero io.

Offline climbalone

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 321
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:Ferrata delle Aquile in Paganella
« Risposta #4 il: 28/12/2015 18:54 »
Per me non è difficile come la Pisetta, siamo ben distanti, ma è abbastanza difficile. Soprattutto per l'assenza di punti sosta.
Ho visto gli orari, hai beccato un pirla "contromano"? Ero io.

Probabilmente sono un po' arrugginito con le ferrate... e la Pisetta è un po' che non la ripeto, ma confermo il mio personale parere.

Sono due i tratti che mi hanno impegnato in modo non indifferente:

1) Il tratto di discesa verticale più lungo:

perché lì hai il cordino a volte molto sulla destra, e quindi non puoi usarlo per "calarti", pena sbandieramento. E le staffe sono pochissime, quindi ci vuole una discreta tecnica di (dis)arrampicata. Probabilmente è molto più facile farlo contromano che nel senso di percorrenza previsto.

2) Il tratto di traverso verso destra più strapiombante, dove, col corpo inclinato all'indietro, vai di braccia quasi di continuo per svariate decine di metri. Con l'aggravante che il cordino sta ad altezza petto, quindi hai le braccia molto piegate, un modo scomodo di lavorare per i bicipiti.

E anche l'esposizione è paragonabile.
Ci sono delle belle centinaia di metri di vuoto sotto i piedi, in qualche tratto.

Abbiamo percorso la ferrata vera e propria tra le 11:45 e le 13:20 circa, non ho visto andare nessuno contromano.

x Claudia: che sappia io è chiusa per "periodo invernale". Però all'attacco in effetti c'è ancora un'indicazione di "lavori in corso", e la segnaletica lungo il sentiero di avvicinamento, che fino a qualche tempo fa era presente, è stata rimossa. Quindi posso immaginare che vogliano ancora sistemare o collaudare qualcosa. Le possibili questioni legali in caso di infortunio in queste cose sono molto delicate, e chi costruisce o rinnova le attrezzature di una ferrata oggi come oggi cerca di cautelarsi al massimo. In questo caso si tratta tra l'altro di un soggetto privato (la società degli impianti della Paganella), non il CAI o la SAT, per quanto può contare da questo punto di vista.
« Ultima modifica: 28/12/2015 19:03 da climbalone »

Offline Pistacchio

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 676
  • località di residenza: Madrano
Re:Ferrata delle Aquile in Paganella
« Risposta #5 il: 28/12/2015 19:36 »
La difficoltà come vedi è sempre molto soggettiva. Se hai imboccato a  quell'ora allora ci siamo incrociati nei mughi vicino all'attacco.

Offline Claudia

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.721
  • Sesso: Femmina
Re:Ferrata delle Aquile in Paganella
« Risposta #6 il: 28/12/2015 20:30 »
ti ringrazio per la risposta, Climb!

Offline climbalone

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 321
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:Ferrata delle Aquile in Paganella
« Risposta #7 il: 31/12/2015 16:29 »
La difficoltà come vedi è sempre molto soggettiva...
Eh, mi sa che qui è necessario l'intervento di un soggetto autorevole per dirimere questa differente valutazione.
Anzi, il più autorevole del forum, in altre parole l'admin.
Dovrebbe, a mio parere, percorrere la suddetta ferrata, confrontandone le difficoltà con altre ferrate a lui note.
La ferrata dovrebbe essere percorsa in un senso e anche nell'altro, per rilevarne eventuali diverse difficoltà da mettere in relazione al senso di percorrenza.
Andrebbe subito dopo percorsa la Ferrata Pisetta, per un giudizio definitivo e inappellabile.
 ;)
« Ultima modifica: 31/12/2015 16:31 da climbalone »

Offline climbalone

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 321
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:Ferrata delle Aquile in Paganella
« Risposta #8 il: 01/01/2016 16:27 »
Scherzi a parte, oggi ho avuto occasione di parlare con altre due persone che l'hanno fatta, e hanno espresso un parere analogo a quello di Pistacchio: la Ferrata delle Aquile è significativamente più facile della Pisetta. A quanto pare l'ho un po' sopravvalutata.
Buon anno nuovo a tutti.
 :D