Autore Topic: Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene  (Letto 3415 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.352
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #15 il: 31/03/2017 06:53 »
Verissimo. In Trentino praticamente non esistono corridoi faunistici. Nonostante migliaia di investimenti e animali uccisi dalle auto in posti noti di attraversarsamento. A parte alcune piccole cose per i rospi, per gli ungulati non è mai stato fatto nulla. È anche per gli orsi, si sono decisi a mettere qualche cartello dopo 15 anni, dopo le famose aggressioni. E ad oggi, ancora nessun cartello stradale specifico. Tanto per dire quanto gliene frega della fauna, buona solo per essere ammazzata a fucilate

Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk

Offline yakopuz

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 56
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #16 il: 31/03/2017 18:08 »
Anche gli orsi sono tutti affollati a ovest dell Adige a est in Lagorai avrebbero molto più spazio.

Offline Renzo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
  • località di residenza: Civezzano (TN)
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #17 il: 31/03/2017 21:30 »
... Solo che qui da noi cinghiali non ce ne sono mai stati...

Sicuro? A cercare su internet esce un documento che dice diversamente, ma magari è di parte, visto che è dell'associazione cacciatori trentini...

... E ad oggi, ancora nessun cartello stradale specifico...

I cartelli generici (selvatici/domestici) già ci sono... se ci mettiamo a far cartelli per ogni animale è finita... se in un tratto ci sono orsi, rane, cervi, tassi e volpi serve un totem non un palo...  ;D

Anche gli orsi sono tutti affollati a ovest dell Adige a est in Lagorai avrebbero molto più spazio.
Più spazio? In Lagorai? A ovest dell'Adige ci sono il Parco Adamello Brenta, il Parco Nazionale dello Stelvio, il parco delle Orobie Bergamasche... porta le femmine in Lagorai (perchè i maschi già ci tansitano) e stai sereno che le fanno sparire...  :(

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.445
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #18 il: 31/03/2017 22:05 »
Poichè le indagini genetiche fanno risalire gli attuali cinghiali "residenti" a ceppi dell'Ungheria,direi accertata la nota introduzione illegale.
I fatti se ben ricordo risalgono agli anni 70'-80' All'epoca furono sanzionati cacciatori che facevano turismo venatorio in Ungheria,proprio per importazione illegale di fauna selvatica.
Episodi più recenti ci sono stati da parte dei tanti che fanno vacanze venatorie in Croazia e Slovenia.
Quanto all'imbecillità di chi rilascia in ambiente specie alloctone basta vedere cosa succede nei nostri laghi di Caldonazzo e Levico dove sono state liberate le "tartarughine " esotiche.Unica fortuna è che almeno fino ad oggi le condizioni climatiche ne impediscono la riproduzione.

Offline Renzo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
  • località di residenza: Civezzano (TN)
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #19 il: 31/03/2017 22:51 »
Poichè le indagini genetiche fanno risalire gli attuali cinghiali...


Quelli attuali si, se cerchi "cinghiale trentino" con google ti esce una pagina dell'ass. cacciatori che parla di documenti che raccontano di caccia al cinghiale in Trentino nel 1500... o dici che già a quei tempi erano stati introdotti da fuori regione?

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.646
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #20 il: 01/04/2017 08:16 »

Quelli attuali si, se cerchi "cinghiale trentino" con google ti esce una pagina dell'ass. cacciatori che parla di documenti che raccontano di caccia al cinghiale in Trentino nel 1500... o dici che già a quei tempi erano stati introdotti da fuori regione?
Mi correggo dicendo che io non ne avevo mai sentito parlare anche se esistevano; mi riferisco agli anni '50, prima non c'ero.
Idem per il lupo, che è riapparso sui Lessini, ma non mi risulta sia stato "importato".
Per l'orso il discorso è diverso. In Brenta era presente anche ai miei tempi. In altre valli scomparve manu venatoria (o fu sterminato, secondo altro punto di vista) nel XIX secolo. Altri tempi!

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.352
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #21 il: 01/04/2017 08:42 »
I cartelli generici (selvatici/domestici) già ci sono... se ci mettiamo a far cartelli per ogni animale è finita... se in un tratto ci sono orsi, rane, cervi, tassi e volpi serve un totem non un palo...  ;D

non "per ogni animale" ma per gli orsi sì, visto che non è un animale qualsiasi ma che riguarda tra l'altro un importante progetto di ripopolamento qui in Trentino, per cui si dovrebbe supporre una certa cura ed attenzione. Ti informo inoltre che i cartelli stradali per orsi esistono da anni nei paesi più seri del nostro.
« Ultima modifica: 01/04/2017 09:58 da AGH »

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.445
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #22 il: 01/04/2017 18:18 »
Nel 1500 può essere benissimo che ci fossero i cinghiali autoctoni,ma c'era l'orso,il lupo,la lince....
Ancora più rilevante è che non c'era l'odierna antropizzazione!
La rotta percorsa dal lupo per insediarsi sulle Alpi,nei secoli scorsi,partiva dai Balcani e dal Caucaso.All'epoca le nostre montagne erano frequentate anche dallo sciacallo dorato,altro predatore selettivo.

Offline Renzo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
  • località di residenza: Civezzano (TN)
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #23 il: 01/04/2017 21:50 »
...Ti informo inoltre che i cartelli stradali per orsi esistono da anni nei paesi più seri del nostro.

Esistono da anni in paesi in cui gli orsi ci sono in numero ben maggiore, rappresentando quindi un incontro tutt'altro che occasionale, e non servono solo per evitare incidenti automobilistici... Ma il concetto non cambia, nel CDS il cartello per gli animali selvatici c'è: un guidatore che lo vede sa che deve prestare molta attenzione a prescindere che l'animale che gli attraversa la strada sia un orso, un cervo o una volpe...

@kobang
Lo sciacallo pare stia timidamente tornando... se non ricordo male un esemplare qualche anno purtroppo fa era finito sotto una macchina in Valsugana.

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.352
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #24 il: 02/04/2017 11:26 »
Esistono da anni in paesi in cui gli orsi ci sono in numero ben maggiore, rappresentando quindi un incontro tutt'altro che occasionale, e non servono solo per evitare incidenti automobilistici... Ma il concetto non cambia, nel CDS il cartello per gli animali selvatici c'è: un guidatore che lo vede sa che deve prestare molta attenzione a prescindere che l'animale che gli attraversa la strada sia un orso, un cervo o una volpe...

prima hai sostenuto che un cartello specifico per gli orsi non può esistere, dopo che ti ho dimostrato che i cartelli invece esistono eccome, ecco che cambi argomento dicendo che ci sono i cartelli generici per la selvaggina... bisogna che ti decidi ad avere un minimo di coerenza  ;D

Offline Succi

  • Full Member
  • ***
  • Post: 192
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Piovene Rocchette
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #25 il: 02/04/2017 14:08 »
Una delle criticità meno discussse al di fuori degli addetti ai lavori è quella della...viabilità per i selvatici.
Le esigenze logistiche e produttive umane,agricoltura ed allevamento compresi,provocano spesso l'interruzione dei percorsi di spostamento di molte specie. Questo determina aree sovraffollate,non accessibilità per i predatori alle prede naturali,sviluppo di epidemie,difficile mescolamento genetico. In queste circostanze posso esserci interazioni "innaturali" tra selvatici ed umani:predazione di animali domestici,aggressioni alle colture ecc. L'uomo è quindi l'unico responsabile di questi squilibri ed a lui la responsabilità di trovare soluzioni.

Concordo pienamente, in particolare il tanto temuto lupo è  animale estremamente schivo e timido, vive in vere e proprie comunità con regole ben definite,a chi è  appassionato o interessato consiglio di leggere "Gli ultimi lupi selvaggi"di Ian McAllister, foto suggestive e ottimi contenuti.

« Ultima modifica: 02/04/2017 14:36 da AGH »

Offline Renzo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
  • località di residenza: Civezzano (TN)
Re:Strani "scavi" sull'Altopiano delle Vezzene
« Risposta #26 il: 03/04/2017 10:33 »
... bisogna che ti decidi ad avere un minimo di coerenza  ;D

...I cartelli generici (selvatici/domestici) già ci sono...

... Ma il concetto non cambia, nel CDS il cartello per gli animali selvatici c'è...

Eh...  ::) Bisognerebbe essere anche un po' realisti: a meno che ogni regione non possa adottare dei suoi cartelli stradali (non credo) pretendere che il CDS italiano sia modificato per una specificazione che in Italia lascia il tempo che trova, mi pare un po' troppo. L'orso da noi non è un pericolo diverso da un cervo o un cinghiale in mezzo alla strada, casi diversi sono gli USA (i cartelli gialli) e le Svalbard (il cartello di pericolo orso BIANCO).