Autore Topic: [CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares  (Letto 31013 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 417
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Era da una decina d'anni che volevo andare a vedere il lago e la vedretta di Lares, ma il notevole dislivello e l'impossibilità di effettuare un percorso ad anello senza montare sul ghiacciaio mi avevano sempre spinto a rinviare la gita.
Poi l'anno scorso ho letto che era stato segnato dalla SAT il percorso che dai Pozzoni, passando per il lago della Busa del Morto, scende fino al lago di Lares. Il weekend del 16-17 luglio presentava le condizioni ideali, tempo stabile e temperature basse, e quindi siamo partiti per questa grande e splendida sgroppata, che provo a raccontare.

Sabato 16
Lasciata l'auto al ponte Rosso in val di Genova, siamo scesi lungo il sentiero delle cascate, trovando subito un primo problema: sentiero della val Siniciaga chiuso per lavori di esbosco. L'ordinanza sindacale parlava però di chiusura lavori antro il 14 maggio quindi, con circospezione data la presenza di cavi sospesi, siamo saliti. Abbiamo così percorso la lunga e sinuosa val Siniciaga, fermandoci a pranzo al laghetto poco sopra i ruderi della baita Altar. Al termine della valle, siamo arrivati al passo Altar, snodo di teleferiche della Guerra, da cui per la prima volta abbiamo visto il rifugio Carè Alto. Visione ingannevole... Il traverso sull'alpe Niscli per raggiungerlo, tra i massi dell'Adamello, ci ha richiesto più di due ore, ma alla fine abbiamo salito gli ultimi gradini del bus del gat fino al rifugio, dove siamo arrivati all'ora di cena.
Un po' più di 1600 metri di dislivello, più o meno 9 ore di percorrenza, incluse le soste.
Ottimo trattamento al rifugio e comodissima la camerata, consigliabile.

Domenica 17
Partiti attorno alle 7, siamo saliti alla sella di Niscli e alla cima dei Pozzoni, dove ci siamo persi tra le vestigia del villaggio Austriaco di Guerra. Scesi al passo dei Pozzoni, abbiamo seguito i chiari e frequenti segnavia tra massi e lingue di neve che ci hanno fatto penare non poco essendo ormai piuttosto inconsistenti. Passati sopra il lago della Busa del Morto, con la sua caratteristica forma a cuore, abbiamo raggiunto la morena sulla sx idrografica della vedretta di Lares, che scorre ormai almeno 50 metri più in basso. Per lunghi tratti non si tratta di una vera morena, ma piuttosto di una dorsale di granito lisciata dal ghiacciaio e ricoperta di massi erratici. Il percorso lungo la morena è stata la vera sorpresa: è disseminato di trincee e postazioni, con alcuni bunker in cemento armato ancora in buono stato di conservazione.
Scesi dalla morena rocciosa, siamo arrivati al punto chiave della gita: l'emissario della vedretta di Lares, che deve essere guadato. Fortunatamente la temperatura bassa e l'ora non tarda (circa mezzogiorno) ci hanno permesso di guadare agevolmente, dopo aver ammonticchiato qualche sasso per creare un paio di piccoli appoggi. Al guado siamo stati raggiunti da un ragazzo che ci ha detto di essere uno dei tracciatori del sentiero, e che si spera a breve la SAT intervenga per tendere almeno un cavo di sicurezza. Ci ha anche detto che in genere in agosto di lì non si passa. L'alternativa è risalire per qualche centinaio di metri per raggiungere la vedretta e attraversare sul ghiacciaio - semplice e piatto, bastano i ramponcini (noi avevamo con noi i ramponi, che evidentemente non ci sono serviti).
Siamo così finalmente arrivati al lago di Lares, con sosta panino, prima di affrontare la terribile discesa in val di Genova (indicata sui cartelli a 4 ore di cammino): spaccagambe nella parte alta, dove però almeno c'è il supporto della vista magnifica sulla Presanella, ancor più spaccagambe sotto la malga Lares, dove in più è a tratti fangosa e piena di rocce e radici umide.
Più o meno 600 metri in salita, 1900 in discesa, 10 ore di percorso, incluse le soste e il vagare tra le postazioni.

Il sentiero Pozzoni - Lares è veramente entusiasmante, e anche tutto il resto del giro è molto bello, tranne l'ultima parte di discesa. Ovviamente da non fare con il bagnato o, peggio, la nebbia!

Qualche foto:


Ricordo dei caduti Austroungarici nei pressi del bait dei Cacciatori


Tutta la zona era percorsa da numerose teleferiche


Tantissime genziane in val Siniciaga


Il laghetto nella parte alta della val Siniciaga


Dal passo Altar, la sinuosa val Siniciaga


Dall'altra, finalmente si vede il Carè Alto. In primo piano, la partenza delle teleferica per i Pozzoni. Il passo Altar era un importante snodo.


Sul lungo traverso dell'alpe Niscli


Il rifugio è ancora lontano, dietro la cresta


Ultimo sforzo per salire la scala del bus del Gat


La chiesetta russa al mattino


Riprendiamo la strada percorsa il giorno prima: mulattiera di guerra tra i massi


Si attraversa l'emissario della vedretta di Niscli su un ponte tibetano. Al mattino l'acqua è poca.


Dopo una faticosa salita, ai Pozzoni la vista si apre: Carè alto, Folletto, Corno di Cavento, Crozzon di Lares, con i laghi di e Pozzoni e della Busa del Morto


Particolare del lago dei Pozzoni ghiacciato


Il caratteristico lago della busa del Morto, a forma di cuore, con sullo sfondo la Presanella


Pozzoni: resti di cucine con vista sul Carè Alto


Postazioni con vista sulla Presanella


Bellissimi cuscini fioriti


E qualche residuato


Lungo la vedretta di Lares, feritoia di un bunker con vista sul corno di Cavento


Altra postazione con vista Presanella


Il lago di Lares ed il laghetto alla base della vedretta di Lares: passaggio chiave della giornata


La parte terminale della vedretta non vede più il lago di Lares


Si scende per rocce levigate, con vista sul Brenta


Eccoci a metà del guado, la parte più problematica è alle spalle. Corno di Cavento e vedretta di Lares


Dall'altra, si risale la gobba granitica lisciata dal ghiacciaio, che ci separa dal lago di Lares. Il percorso è sempre ben tracciato


Vista sul Brenta e sulla zona del guado


E finalmente, al lago di Lares: Carè Alto,    Folletto, Corno di Cavento, Crozzon di Lares e Crozzon del Diavolo
Mauro

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.745
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #1 il: 26/07/2016 23:01 »
Giro veramente magnifico vero? :) Io l'ho fatto quando il sentiero non era ancora stato del tutto tracciato, arrivava fino al Lago Busa del Morto e poi ciao :(

Non ho capito infine dove si dovrebbe  traversare a monte se il torrente è inguadabile... (io sono passato ma per un pelo)
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 417
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #2 il: 26/07/2016 23:10 »
Non ho capito infine dove si dovrebbe  traversare a monte se il torrente è inguadabile... (io sono passato ma per un pelo)
Si dovrebbe risalire fino alla vedretta e attraversare sul ghiacciaio, arrivando direttamente da monte al lago di Lares. Per questa evenienza avevamo portato i ramponi. Nelle condizioni che c'erano l'altro giorno si sarebbe potuti passare anche senza ramponi, o con i ramponcini antiscivolo.
Mauro

Offline yVega

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 59
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Padova
[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #3 il: 27/07/2016 00:10 »
Stupendo...complimenti

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.745
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #4 il: 27/07/2016 09:01 »
Si dovrebbe risalire fino alla vedretta e attraversare sul ghiacciaio, arrivando direttamente da monte al lago di Lares. Per questa evenienza avevamo portato i ramponi. Nelle condizioni che c'erano l'altro giorno si sarebbe potuti passare anche senza ramponi, o con i ramponcini antiscivolo.

ma tu ti fideresti ad attraversare in quella zona, col torrente di sotto? Io no!  ;D
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline Daniele

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 312
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Malo (Vi)
[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #5 il: 27/07/2016 21:16 »
Che bello questo giro  :)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.745
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #6 il: 27/07/2016 21:34 »
hai per caso la traccia gps dal lago Lares al rifugio Carè Alto?
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 417
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #7 il: 27/07/2016 22:04 »
hai per caso la traccia gps dal lago Lares al rifugio Carè Alto?
No, mi spiace: non uso tracker o GPS. Se però ti accontenti di un tracciato approssimativo, lo posso fare su Google Earth
Mauro

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.745
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #8 il: 27/07/2016 23:10 »
No, mi spiace: non uso tracker o GPS. Se però ti accontenti di un tracciato approssimativo, lo posso fare su Google Earth

no grazie, mi serve proprio la traccia gps. Quando ho fatto io il percorso il sentiero non era ancora tracciato e dal Lago Busa del Morto sono andato su a panza verso Cima Pozzoni, volevo completare la mappatura della traccia su OpenstreetMap...
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.368
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #9 il: 28/07/2016 00:55 »
Molto bello! Avevo fatto anche io il giro di Agh ed era molto approssimativo il sentiero. Figo il ponte tibetano  ;D
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline artyom

  • Newbie
  • *
  • Post: 8
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Riva Del Garda (TN)
Re:[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #10 il: 03/08/2016 00:03 »
Ho percorso un tratto in comune - dal passo dei Pozzoni alla Val di Genova - il 29/07. Nonostante fosse una giornata caratterizzata da nuvole alternate a sole, e non eccessivamente calda, il guado al termine della vedretta di Lares era sommerso. Quindi piedi a mollo, di poco sopra lo scarpone ma quanto basta  :o.
Consiglio comunque per chi non è mai stato in zona, di puntare direttamente al termine della vedretta (l'enorme voragine circolare nel ghiaccio vista da vicino è spettacolare), per fare lì l'attraversamento e arrivare alla punta a monte del lago di Lares. Il sentiero poi costeggia dall'alto il lago, per il panorama vale la pena allungare il percorso.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.745
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #11 il: 04/08/2016 08:28 »
Consiglio comunque per chi non è mai stato in zona, di puntare direttamente al termine della vedretta (l'enorme voragine circolare nel ghiaccio vista da vicino è spettacolare), per fare lì l'attraversamento e arrivare alla punta a monte del lago di Lares. Il sentiero poi costeggia dall'alto il lago, per il panorama vale la pena allungare il percorso.

ma è prudente attraversare sulla vedretta? Io non mi fiderei... riguardo l'attraversamento dei due guadi, non conta tanto la giornata nuvolosa quanto il periodo ovvero le temperature medie del periodo che favoriscono o meno lo scioglimento. Chiaro che all'inizio dell'estate la portata è massima. Ora che c'è il sentiero, strano che non mettano qualcosa...  Quando l'ho fatto io sono passato a pelo  ;D
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline piesospinto

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 417
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #12 il: 04/08/2016 09:01 »
Ora che c'è il sentiero, strano che non mettano qualcosa... 
Infatti e' in programma di piazzare un ponte tibetano, o almeno un cavo di sicurezza. La cosa e' stata portata all'attenzione della SAT centrale.
Quanto scrive artyom conferma quanto mi aveva detto il ragazzo incontrato al guado, dopo che lo avevamo "addomesticato" con due mucchietti di sassi (il guado, non il ragazzo), cioe' che in piena estate normalmente e' impraticabile. Noi avevamo usufruito del vantaggio di una giornata fresca in modo anomalo per il periodo.
Mauro

Offline artyom

  • Newbie
  • *
  • Post: 8
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Riva Del Garda (TN)
Re:[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #13 il: 30/08/2016 22:53 »
ma è prudente attraversare sulla vedretta? Io non mi fiderei... riguardo l'attraversamento dei due guadi, non conta tanto la giornata nuvolosa quanto il periodo ovvero le temperature medie del periodo che favoriscono o meno lo scioglimento. Chiaro che all'inizio dell'estate la portata è massima. Ora che c'è il sentiero, strano che non mettano qualcosa...  Quando l'ho fatto io sono passato a pelo  ;D

Effettivamente non saprei... probabilmente no  ;)
Ne avevo percorso solo un breve tratto sopra la lingua terminale un paio di anni fa, arrivando però dal lago di Lares; ma la parte finale della vedretta sarà probabilmente più instabile.
Che spettacolo però gli enormi blocchi di ghiaccio staccatisi dalla massa del ghiacciaio! e che tristezza  :'(

Offline ciccio

  • Newbie
  • *
  • Post: 15
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Castelvetro (Modena)
Re:[CARE' ALTO] Il nuovo Sentiero Pozzoni - Lago di Lares
« Risposta #14 il: 21/07/2020 22:28 »
il 26 agosto dello scorso anno sono arrivato dalla val di Genova fino al ghiacciaio del Lares.... lì mi sono dovuto fermare perché la portata d'acqua era gigantesca.... al cordino almeno fino al ginocchio.....è vero che la SAT appena più in basso ha messo un ponte di legno che permette di passare e andare al lago Busa del morto? Grazie mille a chi mi  sa rispondere ;)
« Ultima modifica: 21/07/2020 22:30 da nanno »
Ci si arrampica prima con la testa, poi con le gambe....alla fine con le mani.....
Cit.da "BRUNO DETASSIS"