Autore Topic: Croda di Cengles e Val Razoi  (Letto 3163 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.368
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Croda di Cengles e Val Razoi
« il: 12/08/2013 12:10 »
Ultimo giorno della mia vacanza solitaria in Alto Adige.
Passo la notte in macchina al parcheggio della seggiovia Pulpito e alla mattina presto mi metto in marcia su per la Valle di Zai. Si sale fiancheggiando il bel torrente prima nel bosco poi nei pascoli. Con un lieve strappo si perviene alla piana sotto il Rifugio Serristori dove ho una particolare visione ravvicinata della Croda di Cengles con ingannevole prospettiva.


Rifugio Serristori e Croda di Cengles

Qui si ricongiunge il sentiero proveniente dal Pulpito, ma è  molto presto, la seggiovia apre alle 8 e ho ancora molta solitudine assicurata. Si sale per il ghiaione fino al Serristori: nonostante le fatiche dei giorni precedenti, cammino molto bene ed in breve supero la costruzione portandomi al di sopra di essa  seguendo il sentiero ben indicato per la cima. La visuale da questa valle è conosciutissima ma è sempre da mozzare il fiato.


Gran Zebrù, Zebrù ed Ortles

Si sale per le antiche e ciclopiche morene sempre più su fino ad avere sulla sinistra l'imponente e ripido canalone che porta alla cresta. Si sale seguendo la traccia tra i sassi, un percorso molto atletico con pendenza sostenuta ed inarrestabile fino alla forcella


Salendo alla forcella sotto la Croda di Cengles

Una volta in cresta, si sale sulla destra su roccioni con qualche balzo fino a prendere l'esatto filo del crinale: qualche passaggio attrezzato permette di superare una placca ed in breve si perviene alla splendida cima della Croda di Cengles, metri 3375, dove la vista spazia sulle cime dell'Ortles, Angelo Grande e Vertana quindi sulla distante Palla Bianca e sul remoto gruppo del Bernina.


Croda di Cengles, croce di vetta


Angelo Grande e Cima Vertana


Palla Bianca dalla Cengles

Il ritorno in molte guide è segnalato dalla stessa via di salita, ma, amando molto i ravanaggi soprattutto in cresta, decido di percorrere l'anello sopra la nascosta Val di Razoi. Il crinale sembra praticabile, sulla carta le linee altimetriche non lasciano trasparire particolari salti, comincio dunque a calarmi per sfasciumi seguendo una vaga traccia. Si perde quota e, attraversando un piccolo nevaio, giungo ad un ometto l'unico che incontro finora.


Panorama sulla Val Venosta

Ora il crinale si fa scosceso con qualche breve salto di roccia che riesco opportunamente ad evitare passando sulla sinistra stando sui ghiaioni ripidi. Con laboriosa ravanata sono ad una forcella innominata. Il "lavoraccio" non è ancora finito: subito dopo due gendarmi mi costringono a stare sempre sulla sinistra tagliando il ripidissimo ghiaione che attraverso con calma. Intravedo davanti a me la Cima di Pietrafitta, ma è ancora distante; si continua sulla cresta con continui saliscendi, arrampicando un poco oppure traversando poco sotto e finalmente raggiungo la suddetta vetta a quota 3114 metri.


Cima di Pietrafitta e Palla Bianca

Da qui iniziano dei segnali bianco-rossi che, nonstante la mancanza di traccia, mi fanno calare velocemente sempre lungo la cresta.


Genziana Verna sulla cresta

Il sentiero però va seguito fino ad un certo punto in quanto poi svolterebbe in direzione della Val Venosta mentre io devo tornare a Solda. I prati che scendono a sinistra sembrano ora più praticabili: senza pensarci troppo mi calo seguendo una traccia pastorale che perde quota rapidamente.


Val Razoi ed Ortles

In poco tempo sono sul fondovalle di Razoi dove la sorge la Malga del Toro.


Malga del Toro e Ortles

Devo risalire un pò per prendere la comoda mulattiera che si dilunga sulle pendici del Dossobello e che giunge alla Malga del Vitelli.


Malga dei Vitelli

Ora, stando attento a non prendere la via bassa per Solda, risalgo per il sentiero 25 sempre nella direzione del paese ma che rimane più in alto in modo da portarmi direttamente al parcheggio del Pulpito dove si conclude l'escursione.

Sviluppo: 23,4 Km
Dislivello: 1800 con i saliscendi




per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.561
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #1 il: 12/08/2013 12:15 »
ancora una volta complimenti per i tuoi giri spettacolari corredati da foto semplicemente magnifiche :)
Io anni fa avevo fatto il Schoeneck (Dosso Bello, sopra il rif. Serristori), ma era un giro da mezzi pensionati :)))

Offline JFT

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.930
  • Sesso: Maschio
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #2 il: 12/08/2013 12:17 »
Stupendo.
Solda la frequento solo da sciatore, ma è una zona meravigliosa e urge ovviare.
Quei 1800m di dislivello, però, sono un poco fuori portata...  :-\
"La vita è fatta di rarissimi momenti di grande intensità e di innumerevoli intervalli. La maggior parte degli uomini però, non conoscendo i momenti magici, finisce col vivere solo gli intervalli."
Friedrich Nietzsche

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.368
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #3 il: 12/08/2013 12:18 »
ancora una volta complimenti per i tuoi giri spettacolari corredati da foto semplicemente magnifiche :)
Io anni fa avevo fatto il Schoeneck (Dosso Bello, sopra il rif. Serristori), ma era un giro da mezzi pensionati :)))

Mi ricordo il tuo topic  :) ora, con l'allenamento che hai, puoi tranquillamente fare tutte le cime della valle di Zai, che sono praticamente escursionistiche e magari ravanare per non tornare dalla stessa  ;D
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.368
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #4 il: 12/08/2013 12:20 »
Stupendo.
Solda la frequento solo da sciatore, ma è una zona meravigliosa e urge ovviare.
Quei 1800m di dislivello, però, sono un poco fuori portata...  :-\

La seggiovia "Kanzel/Pulpito" può ovviare al dislivello: arrivi a 2400, da lì puoi farti lo Schoenek, la Cengles oppure l'Angelo Grande e la Vertana stando in dislivelli contenuti  ;)
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 2.020
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Vicenza
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #5 il: 12/08/2013 14:40 »
Panorami veramente incantevoli!! :D  Ancora un mega giro spettacolare di  Trabuccone al quale vanno anche i miei complimenti!!  :)

Io anni fa avevo fatto il Schoeneck (Dosso Bello, sopra il rif. Serristori), ma era un giro da mezzi pensionati :)))

ecco, noi ci siamo limitati a salire solo poco oltre il rif. Serristori! :)  Ma gli itinerari da Solda sono tutti stupendi, ci siamo stati in vacanza e abbiamo raggiunto tutto quello che era alla ns. portata, fino a Punta Beltovo di Dentro a mt. 3123  con panorami da urlo! :D   Spero poterci ritornare! Ci sono anche itinerari tranquilli adatti a noi, molto bello il percorso delle malghe che passa anche per la Malga dei Vitelli e che offre il panorama superbo che si vede nella foto di Trab! :) 
« Ultima modifica: 12/08/2013 16:11 da edelweiss »

Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.812
  • Sesso: Femmina
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #6 il: 12/08/2013 14:51 »
Vergognosamente non sono mai stata a Solda  :-[ ::)
devo dire che la foto con vista sulla Val Venosta mi ha fatto venire la pelle d'oca...stupendo!!!!!!!!!!!!
Devo impormi di andarci...perchè un paio di quelle cime le ho in mente da anni....ma andando avanti a pensarci e basta non le farò mai!  >:(
Complimenti ancora per la scelta dei giri!  ;)

Offline SPIDI

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.402
  • Sesso: Maschio
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #7 il: 12/08/2013 20:02 »
Dire bello sarebbe riduttivo  :) Meglio  stra bello  :)
  Vedendo le tue foto mi vien voglia quasi quasi di andare in montagna  ;)
 Complimentoni  8)
Bisogna andare dove pochi sono andati per vedere   
ciò che pochi hanno visto

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.190
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #8 il: 12/08/2013 22:07 »
Trab questo giro è forse quello che come scenario mi ha colpito di più, però vado controcorrente: devo dire che questa cosa che dormi in macchina mi ha fatto venire tanta malinconia.....

Spero di non averti offeso...  :)

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.368
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:Croda di Cengles e Val Razoi
« Risposta #9 il: 12/08/2013 23:37 »
Panorami veramente incantevoli!! :D  Ancora un mega giro spettacolare di  Trabuccone al quale vanno anche i miei complimenti!!  :)

ecco, noi ci siamo limitati a salire solo poco oltre il rif. Serristori! :)  Ma gli itinerari da Solda sono tutti stupendi, ci siamo stati in vacanza e abbiamo raggiunto tutto quello che era alla ns. portata, fino a Punta Beltovo di Dentro a mt. 3123  con panorami da urlo! :D   Spero poterci ritornare! Ci sono anche itinerari tranquilli adatti a noi, molto bello il percorso delle malghe che passa anche per la Malga dei Vitelli e che offre il panorama superbo che si vede nella foto di Trab! :) 

Grazie Edel  ;) In val di Solda basta anche una passeggiata per godere di panorami immensi: Re Ortles ti guarda già dal fondovalle

Vergognosamente non sono mai stata a Solda  :-[ ::)
devo dire che la foto con vista sulla Val Venosta mi ha fatto venire la pelle d'oca...stupendo!!!!!!!!!!!!
Devo impormi di andarci...perchè un paio di quelle cime le ho in mente da anni....ma andando avanti a pensarci e basta non le farò mai!  >:(
Complimenti ancora per la scelta dei giri!  ;)

A Solda ci sono un sacco di vette prestigiose escursionistiche: Croda di Cengles, Angelo Piccolo, Angelo Grande, Cima Vertana, le Cime Beltovo, Punta Lago Gelato. Su queste cime si cammina senza problemi (salvo qualche breve tratto), basta la gamba  ;)

Dire bello sarebbe riduttivo  :) Meglio  stra bello  :)
  Vedendo le tue foto mi vien voglia quasi quasi di andare in montagna  ;)
 Complimentoni  8)

Grazie SPIDI  ;)

Trab questo giro è forse quello che come scenario mi ha colpito di più, però vado controcorrente: devo dire che questa cosa che dormi in macchina mi ha fatto venire tanta malinconia.....

Spero di non averti offeso...  :)

E figurati South  ;) Mi sono fatto quattro notti consecutive in macchina, mal di schiena ghe nè. Però ha giovato al portafogli  ;D
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte