TRENTINO > Ambiente del Trentino

Una bella notizia..

(1/4) > >>

radetzky:
Notizie Ansa 
Presto distributori idrogeno su A22
Saranno installati entro il 2010 tra Modena e Monaco


(ANSA) - BOLZANO, 26 SET - Entro il 2010 l'A22 del Brennero sara' la prima autostrada in Europa ad attrezzarsi con distributori di idrogeno, da Modena a Monaco.Il presidente della Provincia di Bolzano Durnwalder, dopo un incontro con il presidente di Autobrennero Silvano Grisenti, ha annunciato che assieme all'Autobrennero e ad altri partner ha gia' costituito una societa' ad hoc, l'Istituto per tecnologie innovative (Iit), cui sara' affidato il compito della produzione e della distribuzione dell'idrogeno.

..a conferma che, se si vuole, si può e che di Durnwalder, purtroppo, ce ne sono pochi
26 Set 12:00 

Smit:

--- Citazione da: radetzky - 26/09/2007 13:45 ---Presto distributori idrogeno su A22

--- Termina citazione ---

Scusate l'ignoranza, ma quanti veicoli ad idrogeno ci sono in commercio e quanti in circolazione (intendo: marche, modelli e soprattutto prezzi)?
Quanti ne circolano attualmente in strada?
E in previsione quanti ce ne saranno per il 2010?


--- Citazione da: radetzky - 26/09/2007 13:45 ---.... e che di Durnwalder, purtroppo, ce ne sono pochi

--- Termina citazione ---

Su questa affermazione stenderei un velo...lo possono dire gli altoatesini per i quali ha fatto di tutto e di piu' (forse troppo  ??? ), ma personalmente non lo stimo molto. Ho avuto modo di parlarci svariati anni fa...o meglio di ascoltarlo...o meglio ancora di sentirlo visto che con un gruppo di quattro persone (tra le quali c'ero anche io) in un bar di Bolzano si e' messo a chiaccherare in tedesco con l'unica persona che lo capiva "isolando" le altre...  :(
Pero', ora che ci ripenso, mi pago' un succo di frutta....  :P

AGH:
a me durnawalder non dispiace come politico, certo è una specie di ducetto molto abile che ha fondato le sue fortune su un consenso di massa dovuto anche ai soldini dell'autonomia.

Ma la storia dei distributori ad idrogeno mi pare 'na strunzata (scusate il francesismo). Qui do ragione a smit. Quanti sono i mezzi ad idrogeno??? Non sarà per caso che questo serva, in prospettiva, alle società elettriche privatizzate che con la scusa degli autobus ecologici fanno affari miliardari con l'idroelettrico?

Se il problema è l'inquinamento, perché non si potenzia il metano? Io lo posso ben dire, avendo avuto un'auto a metano ed avendo toccato con mano la penuria dei distributori!!!

La ragione mi pare ovvia, sulla benzina ci mangiano in tanti, sul metano no e quindi chi se ne frega del metano. Io sono anni che sento parlare di nuove stazioni, ma in tutto il trentino sono solo tre!!! E tre sono rimaste nonsotante i pomposi programmi di sviluppo della trazione ecologica.

Molto meglio obbligare la gente a cambiare auto e continuare a succhiare tasse dalla benzina

ste81:
Sull'idrogeno anche io ho qualche dubbio, anche se comunque potrebbe essere un incentivo all'acquisto di auto ibride.
Invece trovo più importante la realtà delle auto a gas/metano, che sono più diffuse ma per le quali ci sono ancora troppo pochi distributori. In questo la solita provincia di Bz si differenzia, dal momento che avevo sentito parlare di un marchingegno che si collega alla rete domestica del gas per il rifornimento della propria auto, cosa ancora vietata da noi ad esempio...

Smit:

--- Citazione da: ste81 - 26/09/2007 15:30 ---Sull'idrogeno anche io ho qualche dubbio, anche se comunque potrebbe essere un incentivo all'acquisto di auto ibride.
Invece trovo più importante la realtà delle auto a gas/metano, che sono più diffuse ma per le quali ci sono ancora troppo pochi distributori. In questo la solita provincia di Bz si differenzia, dal momento che avevo sentito parlare di un marchingegno che si collega alla rete domestica del gas per il rifornimento della propria auto, cosa ancora vietata da noi ad esempio...

--- Termina citazione ---

A tal proposito:
http://www.metanoauto.com/modules.php?name=News&file=article&sid=570

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva