Autore Topic: [CATINACCIO] Cima dello Scalpello – Lausa - Scalieret  (Letto 665 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline DDT

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 300
  • località di residenza: Breganze (VI)
Escursione del 23/07/2021

Basta scegliere le mete giuste e sul Catinaccio è ancora possibile fare escursioni in piena stagione incontrando quasi nessuno.
Gli obbiettivi erano Punta dello Scalpello e Cima Scalieret (che ho già salito tanti anni fa), quindi si decide per un giro ad anello.
Dormiamo a Gardeccia al Rif. Stella Alpina, buona accoglienza e ottima cena.
Dopo una serata con un violento temporale al mattino ci attende una giornata splendida, come da previsioni.
Saliamo per il Passo delle Scalette già ampiamente trattato e continuiamo in direzione Passo di Lausa, superando l’effimero Lago Secco, quest’anno ancora presente.
Da qui è ben visibile Punta dello Scalpello, che sembra una prua inavvicinabile
Giunti sul verde pianoro lasciamo il sentiero e andiamo a dx sulle ghiaie avvicinando la base della nostra cima, che ora si rivela molto più docile.
I primi 10 metri scarsi sono su roccia un po’ sporca ma comunque facili; il resto è una camminata dove bisogna solo scegliere i punti meno franosi per salire.
In 15’ – 20’ dall’attacco si è su Cima dello Scalpello m 2626, dalla quale si gode di un panorama insolito ma spettacolare su buona parte del gruppo del Catinaccio.
Rientrati alla base della nostra cima saliamo al passo di Lausa, dove prendiamo una traccia segnata (non presente in alcune carte) che sale a Cima di Lausa e poi scende al passo del Larsec con qualche passo delicato.
Evitando la massa che sosta al passo di Antermoia restiamo alti aggirando Cima del Larsec, scendiamo al passo Scalieret e risaliamo a Cima Scalieret.
Veloce discesa sul versante opposto al Passo delle Pope e poi verso il Rifugio Vajolet per il sentiero Don Guido.
Poco prima di arrivare al chiassoso Rifugio prendiamo una traccia sulla sx che sale in diagonale: è il vecchio sentiero panoramico Gardeccia – Vajolet, ora dismesso causa frane.
La traccia è molto bella, rimane alta sulla valle e permette visioni insolite su Catinaccio e Torri del Vajolet.
Vi sono però 2 punti delicati dove il sentiero è stato spazzato via e si sono formati degli ampi e profondi canali da attraversare.


Punta dello Scalpello dal Passo delle Scalette


Lago Secco


Il verde pianoro, in alto Passo di Lausa, noi andiamo sulle ghiaie a dx


Si sale appena a dx del canale su facili roccette




Facile salita


Panorama dalla vetta


Vista a ritroso verso il Passo delle Scalette



In discesa da Cima di Lausa




Verso Cima Scalieret


Catinaccio e Torri del Vajolet da Cima Scalieret


Le teste d’Agnello


Il Larsec scendendo al Passo delle Pope


Sul sentiero panoramico Gardeccia - Vajolet


Catinaccio


Torri del Vajolet


Il bellissimo prato sospeso al culmine della traccia


Uno dei profondi canaloni da superare


La traccia

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.691
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:[CATINACCIO] Cima dello Scalpello – Lausa - Scalieret
« Risposta #1 il: 06/09/2021 22:30 »
Bravi bel giro, io ero stato tentato di salire il Gran Cront, salendo allo Scalieret, da lontano sembrava abbastanza sbifido però...  :o

Offline DDT

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 300
  • località di residenza: Breganze (VI)
Re:[CATINACCIO] Cima dello Scalpello – Lausa - Scalieret
« Risposta #2 il: 07/09/2021 12:58 »
Anch'io ho adocchiato le varie cime del Larsech.
Per il Gran Cront in una guida consigliano di portare la corda, ha vari passaggi di II e uno di II+
Cront di Mezzo, Torre dei Cront e Pala de Mesdi invece sono più alla portata anche se molto franosi.