Autore Topic: Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff  (Letto 3826 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

albe

  • Visitatore
Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« il: 14/07/2009 16:31 »
Nell'incerta giornata di domenica l'ho ripetuto in beata solitudine dopo oltre una ventina d'anni. L'ho ritrovato ancora suggestivo, e a stima delle tracce anche abbastanza battuto. Concordo nel ritenerlo la migliore via di salita al Cimòn del Latemàr.

1 - Nella cava delle bore sul fondo della Valsorda

2 - La fascia di pareti, detta "i Burti", che sbalza il fondo della Valsorda dai Lastéi omonimi

3 - Il Bicacco Sieff sul bordo inferiore dei Lastéi di Valsorda

4 - Le nebbie lambiscono la cengia percorsa dal sentiero basso di accesso al Bivacco Rigatti
« Ultima modifica: 11/04/2017 09:11 da AGH »

albe

  • Visitatore
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #1 il: 14/07/2009 16:33 »
5 - Mentre risalgo il pendio del Cimòn disturbo due camosci che fuggono verso il basso

6 - Le nuvole giocano tra i profili della Torre Christomannos e la croce dello Schenon

7 - Da una torre laterale ammiro l'impennata finale del Cimòn

8 - Dall'ultimo tratto di salita si gode di una bella vista sulle Torri Occidentali del Latemàr


albe

  • Visitatore
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #2 il: 14/07/2009 16:35 »
9 - In vetta al Cimòn del Latemàr

10 - Nel ritorno le nuvole si riaddensano sulle cime circostanti la Valsorda

11 - Dai Burti la Valsorda scorre fino al lontano fondovalle di Forno


Offline PassoVeloce

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 5.812
  • Sesso: Femmina
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #3 il: 14/07/2009 16:41 »
Aggiungo qui qualche immagine del giro accennato da Donkey.
:o :o che bello!!veramente delle belle foto albe! ;)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.614
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #4 il: 14/07/2009 18:46 »
Aggiungo qui qualche immagine del giro accennato da Donkey.
Nell'incerta giornata di domenica l'ho ripetuto in beata solitudine dopo oltre una ventina d'anni. L'ho ritrovato ancora suggestivo, e a stima delle tracce anche abbastanza battuto. Concordo nel ritenerlo la migliore via di salita al Cimòn del Latemàr.

belle foto Albe!!! Potresti aggiungere qualche tua considerazione riguardo il percorso? Sono anni che lo vorrei fare ma per una ragione o per l'altra...

Offline Claudia

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.719
  • Sesso: Femmina
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #5 il: 14/07/2009 20:05 »
Spettacolo la foto 7! Grande Albe, un giro descritto con delle foto rende molto di più l'idea delle meraviglie citate!

Offline ferri

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 275
  • Sesso: Maschio
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #6 il: 14/07/2009 22:30 »
Aggiungo qui qualche immagine del giro accennato da Donkey.
Nell'incerta giornata di domenica l'ho ripetuto in beata solitudine dopo oltre una ventina d'anni. L'ho ritrovato ancora suggestivo, e a stima delle tracce anche abbastanza battuto. Concordo nel ritenerlo la migliore via di salita al Cimòn del Latemàr.
...

bravo albe, perchè dici che è la miglior via di salita?
forse per il sentiero con fiondo ben battuto e regolare o per i panorami sulla val di fassa/fiemme?

io l'ho salito, dalla parte opposta nel 2007, e ricordo bene (erano solo due anni fa) che il tratto tra il rifugio torre di pisa e forcella dei campanili era uno dei tratti piu' belli

albe

  • Visitatore
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #7 il: 15/07/2009 11:58 »
belle foto Albe!!! Potresti aggiungere qualche tua considerazione riguardo il percorso? Sono anni che lo vorrei fare ma per una ragione o per l'altra...
La prima che mi viene in mente è che una salita lunghetta per chi non ha pazienza per la meta finale. Per il resto è un itinerario che, rispetto a un ventennio fa, ho trovato ben segnalato e con cartelli ai pochi e già intuibili bivi esistenti.
Rispetto al giro relazionato, che viaggia sul segnavia 516, io ho seguito integralmente il fondo della Valsorda sui resti della interessante Cava delle Bore fin nella zona di Malga Valsorda, la quale rimane nascosta di là del torrente. Superata la fascia dei Burti ho raggiunto il Bivacco Sieff. Da qui ho puntato subito alla cengia bassa, evitando perciò la Forcella dei Campanili (ancora avvolta dalle nebbie) nonché la cengia alta percorsa dalla via ferrata menzionata.
La cengia bassa dopo non molto traversa il vasto pendio meridionale del Cimòn, sul quale si notato le scivolate di chi rientra dalla cima. Risalito il fianco destro del pendio, s'incrocia la cengia alta e si continua puntando in alto tra sfasciumi che conducono in vetta. Discesa per la stessa via.

Sull'itinerario da me percorso non vi è nessuna difficoltà tecnica. Al limite cito un pezzo di cordino ciondolante a lato di un canalino nella zona dei Burti, ma potrebbe servire solo se il terreno fosse gelato. Al contrario nemmeno si sfiora.

A mio avviso direi che la discesa attraverso i Burti è da sconsigliare sotto la pioggia in quanto, pur se sempre presente una traccetta, il fondo terroso diverrebbe alquanto scivoloso ed essendo la costa un pò spiovente sarebbe forse azzardato.

Dopo il bivacco la segnaletica invita alla Forcella, ma è ben evidente una traccetta secondaria che porta a montare la cengia bassa senza raggiungere il valico.
La cengia in questione è facilissima e porta rapidamente al pendio del Cimòn che come detto si risale per roccettine e detriti alla sua destra. Una volta intersecata la cengia alta si nota una traccia che prosegue verso l'alto, non vi è alcuna indicazione. Sono stati posti anche degli ometti, ma la direzione è evidente e in breve, tra sfasciumi e rocce rotte si sbuca sulla cima dove vigila una statuetta mariana.

Da ben considerare lo sviluppo dell'itinerario e il dislivello complessivo.

albe

  • Visitatore
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #8 il: 15/07/2009 11:59 »
bravo albe, perchè dici che è la miglior via di salita?
forse per il sentiero con fiondo ben battuto e regolare o per i panorami sulla val di fassa/fiemme?

io l'ho salito, dalla parte opposta nel 2007, e ricordo bene (erano solo due anni fa) che il tratto tra il rifugio torre di pisa e forcella dei campanili era uno dei tratti piu' belli
Intendevo a livello ambientale.
All'inizio della Valsorda il sentierino viaggia dentro una specie di forra naturale scavata dal Rio Valsorda, poi si continua sulla spettacolare Cava delle Bore lungo la quale si trovano cartelli con le indicazioni della sua costruzione e uso. Si visitano diverse targhe in memoria di valligiani periti in incidenti sul lavoro della Cava e altri sopraffatti da valanghe. Si è storditi dal fragore dell'acqua che in questo periodo è abbondante e che pure disturba in un paio di guadi (brevissimi). Si passa in una naturale e meravigliosa pista erbosa nell'abetaia. Si giunge quindi al silenzio che avvolge la risalita dei Burti, dove le pareti circostanti dello Zan de Montagna e dei pilastri dei Muss sembrano esaltare il silenzio finalmente giunto.
Si passa poi all'altopiano dei Lastéi, desolato ma fascinoso. Si punta ad una cima che è proiettata letteralmente nel vuoto e attorniata da picchi rocciosi di fantastica bellezza, esaltati anche dal caldo colore della roccia.

Che dire, è un passaggio per stadi montani ambientalmente diversi ma che si fondono con naturale evoluzione.
Sarà poi che ero da solo e le emozioni sono più sentite.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.614
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Cimon del Latemar dal Bivacco Sieff
« Risposta #9 il: 08/06/2017 10:04 »
La cengia bassa dopo non molto traversa il vasto pendio meridionale del Cimòn, sul quale si notato le scivolate di chi rientra dalla cima. Risalito il fianco destro del pendio, s'incrocia la cengia alta e si continua puntando in alto tra sfasciumi che conducono in vetta. Discesa per la stessa via.

non ho mica capito da che parte sei salito per il Cimon...