Autore Topic: INFO Alta via Lausitz in Valle Aurina  (Letto 4700 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Pezz

  • Visitatore
INFO Alta via Lausitz in Valle Aurina
« il: 17/07/2007 23:02 »
Ciao.
Qualcuno ha mai percorso l'alta via Lausitz in valle aurina?
Io con alcuni amici vorrei fare il giro in due giorni da Casere fino al rifugio Brigata tridentina e poi il secondo giorno raggiungere la vetta d'italia e poi scendere...

Ho visto che Mistaya ed Everest ne parlavano in un altro forum...
Magari mi sanno dire qualcosa?

Stefano
« Ultima modifica: 01/07/2008 14:23 da Claudia »

Loredana

  • Visitatore
Re: Info su alta via Lausitz in Valle Aurina
« Risposta #1 il: 18/07/2007 08:19 »


Ciao Pezz:-)

Dunque ho percorso la via Lausitz qualche anno fa.
E' davvero un giro spettacolare, soprattutto se becchi bel tempo.

La salita al rifugio e' una divertente mulattiera e arrivato lassu' hai uno stupendo colpo d'occhio sul Picco dei tre Signori.

La traversata e' bella e facile, c'e' solo un punto protetto da cordino ma facile davvero.
Anche la salita alla vetta d'Italia e' abbastanza semplice , solo poco prima della cima ci sono delle roccette un po' esposte che richiedono attenzione.

Sceso dalla Vetta d'italia puoi proseguire fino all' ex rifugio Vetta d'Italia  e  da li pigliare il sentiero n. 14 che scende a serpentine fino a Casere.

Buona via Lausitz :-)

Lor
 

Pezz

  • Visitatore
Re: Info su alta via Lausitz in Valle Aurina
« Risposta #2 il: 18/07/2007 08:49 »
Grazie Loredana.
le tue informazioni concordano con alcune che ho già trovato. Il dubbio mi era nato perché ho trovato relazioni che la descrivono come hai fatto tu e altre che la danno solo per esperti e richiedevano l'uso di attrezzatura...

Vero che l'attrezzatura non fa male, e neanche saperla usare... ma vedendo alcune foto mi parevano delle descrizioni un pò troppo preoccupanti.

Per caso ti ricordi che tempi sono indicati?

Loredana

  • Visitatore
Re: Info su alta via Lausitz in Valle Aurina
« Risposta #3 il: 18/07/2007 12:55 »


la guida del Gadler da come tempo di salita al rif.Tridentina circa 2.30

La salita alla vetta D'Italia circa 45 minuti dal bivio che si stacca dalla Lausitzweg. Il giro completo dal rif, salita alla vetta e ritorno a valle circa 6 ore.

Quanto c'impiegammo noi non ricordo perche' il giro fu  cosi' bello e gli scorci che via via si aprivano cosi' spettacolari che i tempi si diluuuuuuuuungarono mooooooolto!!!

ciao Lor

Pezz

  • Visitatore
Re: Info su alta via Lausitz in Valle Aurina
« Risposta #4 il: 31/07/2007 22:51 »
Ecco la mia relazione rispetto alla via Lausitz
Partenza ore 6.15 da Padova e arrivo verso le 11 a Casere.
Si sale da Campo Tures fino a Casere, dove si lascia la macchina presso il parcheggio. Poi la strada è bloccata.
Si inizia con una strada asfaltata che poco dopo diventa strada bianca. Si passa vicino alla chiesa di Santo Spirito, molto bella. e si costeggia sempre il torrente Aurino. La strada bianca arriva fino alla malga kerher dove il sentiero cambia versante e pendenza. C'è un tratto dove c'è il rischio di caduta sassi ed è stato aperto un sentiero alternativo che parte sempre dallo stesso punto. Noi (io e altre 10 persone) abbiamo fatto quello normale. Si arriva su di un pianoro fino alla  malga Lahner. Da qui si arriva sotto la spalla del Wilde Bockege e la salita a serpentine si fa sentire, specie quando si incontrano degli scalini di legno. In tre ore circa dalla partenza (a seconda del passo) si arriva al Rifugio Brigata Tridentina, 2441. Noi siamo stati ac-colti dalla pioggia nell'ultimo tratto. Sistemati nella stanza, abbiamo aspettato che sballasse la pioggia e poi siamo saliti alla Forcella del Picco (2667), sotto il picco dei Tre signori a guardare dall'altra parte, L'Austria.
Il secondo giorno abbiamo preso la Via Lausitz (Lausitzer Weg), che porta al passo dei Tauri e poi continua sopra la valle Aurina.
Dopo circa un'ora dal rifugio di cammino su Pietraie e dopo aver trovato alcuni tratti attrezzati con corda, (niente di pericoloso, solo uno richiede un pò di attenzione) ci si imbatte nel bivio che porta alla Vetta di Italia, il punto più a nord di Italia (anche se non è proprio vero: la vetta 500 mt sulla destra è più avanti.) Il sentiero che sale alla cima inizia con delle serpentine e poi diventa più complicato su pietroni. Utili gli ometti di pietra. Purtroppo io non sono arrivato su e mi mancavano  150 mt di dislivello, perché.... è troppo complicato da spiegare. I miei amici dicono che è un posto splendido. Piccolo tratto di corda e roccette finali. (Pazienza, proverò a rifarlo in futuro, magari...). Circa un'ora dal Bivio.
Scesi nuovamente sulla Via Lausitz si raggiunge poco dopo la Teufel stiege (la scala del diavolo), dove si perde un bel pò di dislivello (che poi si recupera tutto !) con una scalinata molto ripida in legno. Cordino di assicurazione a fianco, non serve legarsi, solo tenersi per l'equilibrio. Poi, ancora per pietraie, si risale al rifugio Vetta d' Italia, chiuso e d ex stazione della Guardia di Finanza. Da qui si può scendere per arrivare alla Strada bianca del primo giorno o proseguire ancora per la via Lausitz fino a Casere. Noi abbiamo optato per la prima versione, scendendo una strada a serpentine, che cala prima alla malga dei Tauri e poi fino al paese. Dopo circa 6-7 ore siamo arrivati.
Commenti: Bellissimo giro, e spero di fare la Vetta d'italia in futuro. Utile il bel tempo!!!