Autore Topic: [LAGORAI] Cima Lasteati nord m 2408  (Letto 5611 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.733
[LAGORAI] Cima Lasteati nord m 2408
« il: 18/12/2019 14:55 »
Escursione del 14 dicembre 2019

La cima dei Lasteati presenta due quote, unite da una breve ma aspra cresta rocciosa. La q. 2408, a nord, è una frequentata meta scialpinistica con partenza dalla val Campelle.
Dal ponte Conseria percorriamo la strada forestale dell’aia del Buso inoltrandoci nella valle del rio Conseria. Sulla strada, nei primi trecento metri, innevamento appena sufficiente, quello che ci vuole per dare qualche bella grattata. Conviene procedere sci in spalla, soprattutto in discesa.
Il discorso cambia quando la valle gira. Sui versanti a nord – sui reversi – l’innevamento è abbondante anche se non… ottimo. Il bosco Conseria è ben coperto ma non è la neve polverosa – “… farinaaa!!!...”, mi par di sentire le urla di Charly – che abbiamo assaporato in tante belle discese.
Attraversiamo l’aia del Buso


e saliamo lungo il sentiero per malga Conseria, ben tracciato.



Usciti dal bosco, quando inizia il tratto in falsopiano che conduce alla malga,


continuiamo a salire fino ad intercettare il segnavia SAT che, verso sud, porta ai laghi Lasteati.


Superiamo il Cristo dei Lasteati


e in bosco sempre più rado entriamo nella zona dei laghi, oggi vera ghiacciaia battuta da un gelido venticello, fortunatamente non molto forte.


La cima


Su pendenze moderate, con ampio giro in senso orario giungiamo all’inizio di un valloncello.


Dopo averlo risalito siamo quasi sulla cresta nord-ovest della cima.



Si rimonta la pala finale


e qui la neve è segnata dai molti passaggi in su e in giù, a tratti dura, quasi ghiacciata: inversioni da eseguire con calma e precisione.
Dalla cima il consueto, magnifico panorama che attira lo sguardo e fa dimenticare la fatica dell’ascesa.
I primi metri di discesa sono i più delicati. Quattro derapate e quattro curve secche ci portano al margine sinistro della pala. Nel pendio che al di là scende verso i Giaroni del Cengello brillano nel sole le firme di precedenti discese. Ci buttiamo giù anche noi.


Neve quasi già cotta dal sole, ben sciabile, ma attenzione alla crosta superficiale, sotto la quale le punte degli sci si infilano volentieri e ancor più volentieri ci restano.
Passiamo sotto il Cengello, incrociando una comitiva che è diretta proprio verso quella cima.



Attraversati i Giaroni,


imbocchiamo la penultima valletta che scende verso nord.
La discesa nel tormentato letto del rio Conseria è del tipo “su co’ le recie” per non finire in qualche buco o provare l’ebbrezza di una frustata in pieno volto. Quando la valle diventa forra, ci teniamo alti nel bosco a sinistra, traversando e scendendo, fino a intravedere la spianata dell’aia del Buso, ove caliamo. Con facili e riposanti curvette sulla forestale rientriamo al parcheggio, strapieno, del ponte Conseria.

Tracciato

   

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.601
Re:[LAGORAI] Cima Lasteati nord m 2408
« Risposta #1 il: 20/12/2019 16:56 »
 Bene,vedo che le condizioni della neve erano simili a quelle trovate al Sasso Rosso con Rolando
Per ora dobbiamo accontentarci di queste  "foto ricordo": la meteo è a dir poco devastante....