Autore Topic: Gite sicure (quasi) da valanghe II  (Letto 4918 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.613
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Gite sicure (quasi) da valanghe II
« il: 08/01/2014 12:38 »
Grazie a Luciano Navarini, iscritto al forum (Luci) e autore della Guida di Scialapinismo Lagorài - Cima d'Asta, un'autorità in materia :) , ho rieditato la lista di gite "quasi sicure" col suo prezioso contributo. Ribadisco per l'ennesima volta che le gite sicure in assoluto dove c'é neve e pendenze non esistono, tuttavia esistono percorsi ragionevolmente sicuri. SEMPRE si impone comunque la lettura del bollettino valanghe e la valutazione sul posto

La lista delle escursioni è qui sotto, fatene buon uso ;D
https://docs.google.com/spreadsheet/ccc?key=0AurBDCPEkWpbcEs5eDJqelplbG1ieTYwRVJGQ2xIWUE&usp=sharing
« Ultima modifica: 11/01/2014 08:49 da AGH »

Offline trabuccone

  • vif
  • *****
  • Post: 1.368
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Verona
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #1 il: 08/01/2014 13:02 »
E grazie a Navarini allora!!  ;)
per sempre oppressi da desiderio e ambizione c'e' una fame non ancora soddisfatta,
i nostri occhi stanchi ancora vagano all'orizzonte sebbene abbiamo percorso questa strada così tante volte

Offline enry69

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 472
  • Sesso: Maschio
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #2 il: 08/01/2014 15:39 »
Grazie!!! ::)
"Tra le montagne mi sforzo di perfezionarmi fisicamente e spiritualmente. In loro presenza cerco di capire la mia vita, di neutralizzare la vanità, l'avidità, la paura. Esamino il mio passato, sogno il futuro e avverto in maniera particolarmente acuta il presente. Ad ogni impresa rinasco".  AB

Offline billyLumberjack

  • Full Member
  • ***
  • Post: 120
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Mantova / Trento
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #3 il: 08/01/2014 16:47 »
grazie agh, questa è una buona azione. Non è che adesso Navarini paga te per fargli gli spottoni?  ;D ;D ;D

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.613
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #4 il: 08/01/2014 17:29 »
Magari!!! :p

Inviato dal mio V370 utilizzando Tapatalk


Offline Gian88

  • Newbie
  • *
  • Post: 36
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Fiesso Umbertiano (RO)
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #5 il: 08/01/2014 17:48 »
Grazie! file molto utile da cui prenderò sicuramente spunto  :)
Solo un piccolo dubbio...ho visto che nell'elenco c'è il Col del Boia però a me non sembra molto sicura come zona a meno che in invernale non si faccia un percorso differente rispetto al sentiero estivo (Trodo dei Fiori).
Ad esempio dalla webcam di oggi si vedono parecchi "spelacchiamenti" da valanghe sul versante sud


Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.198
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #6 il: 08/01/2014 18:16 »
Molto interessante, ma non è che qualcuna di queste interferisce con le piste da discesa, come Tognola/Tognazza ed il monte Agaro?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.613
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #7 il: 08/01/2014 19:13 »
Se Luciano ci legge credo che darà eventuali chiarimenti...
Agaro mi pare abbastanza vasto per non interferire con le piste. Col del Boia in effetti è ripido, ma non l'ho mai fatto in inverno, probabilmente esiste una salita più tranquilla... guardando la carta direi dal Pizzo degli uccelli ad est, partendo dal tornante della strada, però è una mia ipotesi. Bisogna comunque tenere presente che in inverno, con la neve, seguire i sentieri può avere poco senso o anche essere pericoloso. Con gli sci o ciaspole meglio seguire l'itinerario meno rischioso piuttosto che ostinarsi a seguire il sentiero estivo :)
« Ultima modifica: 08/01/2014 19:17 da AGH »

Offline Alverman

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 344
  • Sesso: Maschio
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #8 il: 09/01/2014 08:51 »
Se Luciano ci legge credo che darà eventuali chiarimenti...

oppure vi tirerà le orecchie per non aver letto le sue guide  ;D

Col della Boia si sale dalla val Sternozzena, semplice e quasi sempre con bella neve.

Agaro si sale per la stradina che parte dalla colonia (o qualcosa di simile) prima di arrivare agli impianti, mi sembra che ora venga aperta fino allo chalet.

Tutte e due sicure.


Offline luci

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
  • Sesso: Maschio
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #9 il: 09/01/2014 08:54 »
Ciao Gian88,
rispondo alle tue perplessità con una premessa: nella lista ci sono una serie di cime abbastanza sicure, come recita la frase scritta in rosso nello specchietto.
C'è anche il riferimento alla mia "Guida" che indica il percorso da fare. Evidentemente non si poteva scrivere tutto l'itinerario in quel frangente.
Comunque, la partenza per il Col del Boia avviene superando il Passo Brocon e scendendo verso Canal San Bovo per ca.2,5 km. fino ad un ponte a q. m. 1464. Poi si rimane sempre alla sx idr. della Val Sternozzena fino alla Forc. della Cavallara, poi a sx verso la Vetta (bellissimo percorso).
Per il M. Agaro si sale dalla Casa Saronnese raggiungendo la quota 1897 nei pressi della stazione a monte della seggiovia. Si rimane per poco tempo fuori dalla pista (c'è tutto lo spazio) fino a raggiungere la mèta (altro bellissimo percorso e panoramica cima).
Spero di aver chiarito le tue perplessità.
Luciano

Offline luci

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
  • Sesso: Maschio
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #10 il: 09/01/2014 08:56 »
Grazie Alverman !!!! Mi hai anticipato di un secondo. Credo proprio che se Gian88 avesse letto la mia Guida non avrebbe chiesto questo!
Ma va benissimo così.

Offline luci

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
  • Sesso: Maschio
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #11 il: 09/01/2014 09:09 »
Rispondo a Southernmann.
Le premesse sono già state dette!
La Tognazza m. 2235, come scritto nello specchietto è dalla Val Mesta, e le piste da sci non ci sono.
La Tognola Quote m. 2405 e 2383 è per la Val Cigolera e si tocca per pochi minuti una pista da sci da q. m. 1880 della M.ga Valcigolera, fino a q. m. 1930. Come sempre, quando si va sulle piste,  è d' obbligo rimanere fuori dalla pista stessa o comunque se necessario, il più possibile ai suoi lati. 
Ciao a tutti.
Luciano

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #12 il: 09/01/2014 11:22 »
Ho notato che queste gite sono tutte con discesa sul fuori pista.
Per allenarsi o anche solo per stare in sicurezza, io che ancora nel fuori pista neanche mi ci avvicino faccio molti itinerari che richiedono poi la discesa dalle piste.
Tra questi c'è:

Versante E/NE
Palon: da numerosi punti di partenza
- Funivia 3Tre (Chiesetta di Vaneze)
- Funivia 3Tre per la dorsale che passa dal bosco (ieri me ne hanno parlato ma sinceramente non sò neanche da dove si parta, mi informo se ce nè bisogno)
- Norge (Albergo Norge, il parcheggio sotto)

Versante O/SO
- Mezavia attraverso 4 distinti itinerari (dipende poi se tracciati o meno)

Paganella
- Da Fai della Paganella

Sò di essere monotono perchè faccio solo quelle, ma la mia condizione fisica e la mia preparazione sciistica non è sufficiente ad affrontare un fuori pista in neve difficile.

PS: spero di aver beccato i versanti giusti :)

Offline Gian88

  • Newbie
  • *
  • Post: 36
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Fiesso Umbertiano (RO)
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #13 il: 09/01/2014 17:50 »
oppure vi tirerà le orecchie per non aver letto le sue guide  ;D

Col della Boia si sale dalla val Sternozzena, semplice e quasi sempre con bella neve.

Agaro si sale per la stradina che parte dalla colonia (o qualcosa di simile) prima di arrivare agli impianti, mi sembra che ora venga aperta fino allo chalet.

Tutte e due sicure.

Ciao Gian88,
rispondo alle tue perplessità con una premessa: nella lista ci sono una serie di cime abbastanza sicure, come recita la frase scritta in rosso nello specchietto.
C'è anche il riferimento alla mia "Guida" che indica il percorso da fare. Evidentemente non si poteva scrivere tutto l'itinerario in quel frangente.
Comunque, la partenza per il Col del Boia avviene superando il Passo Brocon e scendendo verso Canal San Bovo per ca.2,5 km. fino ad un ponte a q. m. 1464. Poi si rimane sempre alla sx idr. della Val Sternozzena fino alla Forc. della Cavallara, poi a sx verso la Vetta (bellissimo percorso).
Per il M. Agaro si sale dalla Casa Saronnese raggiungendo la quota 1897 nei pressi della stazione a monte della seggiovia. Si rimane per poco tempo fuori dalla pista (c'è tutto lo spazio) fino a raggiungere la mèta (altro bellissimo percorso e panoramica cima).
Spero di aver chiarito le tue perplessità.
Luciano


Grazie a tutti e 2 per i chiarimenti!  ;)
Adesso ho capito bene da che parte che va su, pensavo che anche da quel lato non fosse sicurissimo ma non essendo mai passato per la val Sternozzena non avevo per niente idea di come fosse quel versante.
Ho iniziato solo quest'anno a fare escursioni invernali quindi sono ancora inesperto...se mi dite che la guida va bene anche per i ciaspolatori, visto che la zona che frequento di più è proprio quella dei Lagorai, potrei farci un pensierino a comprarla  ;D

P.S. il 29 dicembre bella ciaspolata su Cima Paradisi dal Refavaie dove ho testato le nuove ciaspole, presto posterò qualche foto...dopodomani se va tutto bene tentiamo di nuovo cima Bocche (un mese fa ci siamo fermati al lago perchè senza ciaspe)...ho visto che in praticamente tutte le relazioni che ho trovato online la si fa solo lungo la dorsale sud, secondo voi è pericoloso il tratto che sale dai laghi di Lusia (vorremmo tentare un percorso ad anello)? Così a occhio mi pare un pelo più ripida rispetto alla "normale" invernale...

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.613
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Gite sicure (quasi) da valanghe II
« Risposta #14 il: 09/01/2014 17:58 »
Piuttosto pericoloso sí, l' ultimo tratto (dalla forcella) é molto ripido. Anche il versante sud non é che sia poi proprio tranquillissimo. Mi pare meno problematica la vicina cima Juribrutto, che peraltro ha un paio di tratti dove bisogna fare attenzione