TRENTINO > Fauna

Le rondini devono morire

(1/1)

AGH:
Abito a Trento da molti anni ma non sono trentino. Vengo da una grande città, dove facciamo caso anche alle più piccole cose che riguardano la natura. Nelle grandi città si fa fatica a godere di tutto ciò che è naturale, non è un segreto per nessuno. Forse è proprio per questo che mi accingo a scrivere quello che state per leggere. Vivo in un sobborgo della città, ma potrei vivere in qualunque altro posto del mondo. Sono molti anni che discuto, litigo, mi arrabbio e alla fine capìtolo, perché non c'è soluzione, con gli abitanti del mio condominio. Il pomo della discordia (è quasi incredibile) sono le rondini. Avete letto bene. Quei volatili che ci portano la primavera, che hanno riempito pagine di poesie, che si fanno migliaia di chilometri per venire qui a nidificare nello stesso posto dell'anno prima, per continuare la loro esistenza come noi cerchiamo di fare con la nostra. Noi, però, siamo gli esseri umani (miga bale!). Noi siamo quelli che possono decidere se un essere vivente merita di continuare a vivere o morire. Siamo quelli che sostituiscono Dio in terra.

Queste povere rondinelle volano a destra e a sinistra come forsennate tutto il giorno per costruire il loro nido, per farsi la loro famigliola. Io le guardo con tenerezza, mi rendo conto della loro fatica e di tutto l'amore che mettono nella loro attività. Quel paio di volte che le ho salvate ho potuto vedere e sentire anche i piccoli nascere, crescere e poi spiccare il volo a fine estate per farsi altri migliaia di chilometri in attesa di ritornare. Nel mio condominio le rondini non possono nidificare. Gli si dà lo sfratto? Non si può. Allora c'è solo un modo... Continuare a buttare giù i nidi (è successo anche con i piccoli dentro) che con il loro lavoro e la loro tenacia tentano di costruire. Loro ricominciano e ricominciano e ricominciano... fino a quando, stremate, rinunciano o vanno da un'altra parte lasciandomi sgomento. Queste "persone" che abitano vicino a me continuano imperterrite la loro vita, tranquilli, se ne sbattono altamente di questi poveri animali che, stremati da un inutile lavoro, forse non potranno nidificare. Io sono troppo sensibile e mi dispiace, forse sarebbe stato meglio se il mio carattere fosse stato come quello dei miei vicini di casa, avrei vissuto anch'io molto più rilassatamente. Invece sono arrabbiatissimo. Non riesco a fermare questa cattiveria, non so a chi rivolgermi. Pensando di essere l'unico che cerca di aiutare queste povere bestie sto pensando di essere io nel torto. Forse è giusto così, è la natura, la legge del più forte. Io sono grande e grosso e tu sei piccolo: Comando io e se mi va ti uccido.

Adesso che con questo clima si sono moltiplicati gli insetti quanto ci farebbero comodo le rondinelle. Invece quelle "brave persone" che mi abitano vicino preferiscono mettersi le creme per proteggersi dagli insetti. Mi ero rivolto, qualche anno fa, alla LIPU. Erano andati a parlare della cosa con chi funge da amministratore. Essendo questi uno dei Killer, con loro fece buon viso a cattivo gioco e appena giunto a casa mi cercò per minacciarmi. Si immaginava che fossi stato io. Non mi fece nessuna paura, gli dissi che se avessero continuato io avrei continuato a combatterli. Per un po' smisero e, quell'anno, nidificarono. Poi tutto ricominciò. Se gli esseri umani non capiscono l'importanza dell'eco sistema, se ai loro figli invece di insegnare ad amare la natura preferiscono insegnargli a distruggerla, se le mogli dei miei vicini amano sfoggiare pellicce di visone o indossare capi in foca nonostante tutta l'informazione che abbiamo di come queste bestie vengono uccise, che colpa ho io? Non mi resta che condividere il mio sfogo con chi, leggendo queste righe, sarà d'accordo con me. Per quanto riguarda chi, invece, sarà d'accordo con i miei vicini non posso fare altro che girarmi dall'altra parte per non vederli e tapparmi le orecchie per non sentirli. Non mi importa se sarò attaccato da tutti o da nessuno. Io sto dalla parte delle rondini e di tutti gli animali perché sono deboli, soli e indifesi. Adesso e sempre. Per quanto riguarda gli esseri umani sono d'accordo con una mia amica; spero che si estinguano presto. Questa è lunica possibilità perché la terra possa continuare ad esistere con la sua flora e la sua fauna.

di Marco Braidotti

ginocorona:
è un post molto bello  :)

AGH:
Le rondini, finalmente, sono morte

di Marco Braidotti

Le rondini non sono morte, almeno spero, però chissà dove saranno e cosa staranno facendo. Chissà cosa staranno pensando, chissà cosa avranno pensato quando il loro nido è crollato. I miei vicini hanno vinto. Lo scorso fine settimana il nido era finito e si vedeva la coppia dentro alla loro casetta. Eravamo contenti. Ci siamo detti che, visto che il nido era finito, per quest'anno le rondini erano salve. Potevano finalmente creare la loro famiglia. I vicini killers erano andati via per il week-end. Abbiamo creduto che, al ritorno, visto che il nido era ormai finito si sarebbero arresi alla "forza" della natura. Illusi. Hanno aspettato il lunedì pomeriggio (sapevano che eravamo al lavoro) e hanno distrutto un pezzo di vita. Sono contento per loro che sono stato educato bene, da persone sensibili e attenti alle leggi dello stato. Se avessi dovuto seguire il mio primo istinto se la sarebbero passata molto male. Ho pensato invece a mamma e papà, ai loro insegnamenti, alle cose che a quel tempo mi insegnavano e pensavo fossero "fregnacce". Erano oro puro, bontà d'animo e capacità di controllo. questo ha salvato me e i miei vicini. Grazie mamma e papà, i vostri insegnamenti mi hanno fatto agire secondo la legge e con umanità.

Non mi sono arreso, però. Ho scritto alla Forestale e alla LIPU. Ho spiegato quello che era successo, ho raccontato quello che annualmente succede in questo "magnifico" condominio. Al momento c'è solo il "silenzio stampa". Ad oggi non è successo nulla. Mi auguro che sia solo perché hanno molto lavoro. Io penso e sento che quello che potevo e dovevo fare l'ho fatto. Loro sono la legge, io sono solo un semplice cittadino che difende la flora e la fauna come può, vale a dire con niente in mano. Aspetterò una risposta da chi ha più potere di me. Se non arriverà nulla vuol dire che è inutile credere e sperare. A quel punto sia fatta la volontà di chi ha potere. I cattivi. Intanto che aspetto, invece di fregarmene, penso a quelle povere rondinelle a cui è esplosa la casa, a dove saranno andate a finire, a come avranno vissuto in quei giorni di pioggia torrenziale, a cosa sarà passato nella loro testolina. Tutto questo perché penso come un essere umano, senz'altro loro se la saranno cavata alla grande. Gli animali vivono da sempre allo stesso modo, hanno l'istinto che li guida, si adattano a quello che regala loro la natura. Accettano tutto con serenità e filosofia molto più di noi, compresa la morte. Le ho chiamate Adamo ed Eva. Speriamo che possano trovare il loro paradiso. Loro, se lo meritano!

da http://www.trentinario.it/blog/

cri:
abitando in un posto pieno di zanzare, ho almeno, la gioia d'aver, sul "mio" pezzetto di cielo, tante rondini. Ora che son partite, il cielo è vuoto e silenzioso. So che a ferrara c'è un'iniziativa di sensibilizzazione per tutelarle: si dice pazientemente alla popolazione di non distruggere i loro nidi, neppure durante l'inverno perchè ci torneranno. qualche risultato c'è: cominciano a vedersi sotto i nidi, dei "raccogli -cacca" in plexiglass per evitare lo sporco per terra...
spero di cuore che l'anno prossimo anche nel tuo condominio si faccia strada l'idea che un cielo pieno di rondini è molto più gioioso, magari con un bel raccogli-c in corrispondenza dei nidi...
A casa mia, dove faremmo carte false per aver una rondine sotto il nostro tetto, abbiamo un nido di merli e uno di tortore, forse non siamo stati chiri nell'esprimere i nostri desideri ma ce li teniamo con gioia...

salvatore tn:
.......io credo che un giorno la forza della natura si ribellera contro quei uomini che non si sono prodigati a preservarla....

Navigazione

[0] Indice dei post