Autore Topic: Piante medicinali, piante mangerecce, essenze, aromi e liquori etc :)  (Letto 17303 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.771
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Il regno vegetale è ricchissimo di piante medicinali e non solo, che la maggioranza delle persone ignora bellamente (me compreso).

Qualcuno usa piante medicinali e per che scopi? Ne conosco alcune ma non le raccolgo. Tempo fa avevo un eritema ad una gamba e il farmacista-erborista mi ha dato un composto con borragine. In poco tempo l'eritema è sparito!
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline Pietro

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 84
  • Sesso: Maschio
Proprio domenica sono andato per "comedole" ossia spinaci di montagna , che sono ottimi anche per fare gli strangolapreti  ;D , ho notato che queste erbe cambiano nome da paese a paese , noi appunto le chiamiamo comedole , a qualche km di distanza e precisamente nel bleggio le chiamano farinelle , voi come le chiamate?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.771
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Proprio domenica sono andato per "comedole" ossia spinaci di montagna , che sono ottimi anche per fare gli strangolapreti  ;D , ho notato che queste erbe cambiano nome da paese a paese , noi appunto le chiamiamo comedole , a qualche km di distanza e precisamente nel bleggio le chiamano farinelle , voi come le chiamate?

e ho sentito molto parlare ma non sono riuscito mai a capire quali fossero questi benedetti spinaci di montagna... ricordo a Malga Revò c'era un sacco di gente che ne faceva incetta...
Io al massimo ho provato a mangiare gli asparagi selvatici di montagna (pessimi, ma forse li ho cucinati male) e i germogli di tarassaco saltati con la pancetta (buoni). Ma ho visto che sono soprattutto i veneti a fare le cavallette...

Buonissimo anche il radicchio dell'orso, squisito ma mai raccolto perché non lo so riconoscere...
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline Selvatico

  • Newbie
  • *
  • Post: 37
  • Sesso: Maschio
AGH ha ragione, sono veramente moltissime le piante utilizzabili che la natura ci mette a disposizione.

Personalmente in ogni momento dell'anno raccolgo varie piante per poi utilizzarle al bisogno...

Ad inizio primavera raccolgo sempre il "dent de cagn", praticamente le foglie del tarassaco e gli asparagi selvatici: ora è tempo di "comede".

In questo periodo poi di solito preparo il succo con i fiori di sambuco, buonisimo e dissetante durante le gite in montagna!  :P
Ser culto es la unica manera de ser libre - Josè Martì

Offline Franz

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.829
  • Sesso: Femmina
Dalle mie parti li chiamiamo spinaci di montagna o farinele. Si distinguono da un'altra pianta tossica, le lingue de vaca, proprio per questa farina che ricopre la parte inferiore delle foglie. Sono ottime per risotti, pasta verde, gnocchi, ripieno di crespelle...

http://www.biopedia.it/alimentazione/spinacio-di-montagna-contro-anemia_2067/
« Ultima modifica: 29/05/2012 13:19 da Franz »

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.771
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Sono ottime per risotti, pasta verde, ripieno di crespelle...

se è per questo si usa molto anche l'ortica, ma io non ho mai avuto il coraggio :D
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline Franz

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.829
  • Sesso: Femmina
se è per questo si usa molto anche l'ortica, ma io non ho mai avuto il coraggio :D

Il risotto con le ortiche è ottimo. Da provare! Con le ortiche si può fare anche un'ottima zuppa...e gli gnocchi  ;D 
Dalle mie parti c'è una pizzeria dove ti fanno anche la pasta della pizza con le ortiche e, volendo, te la farciscono anche con la salsa/crema di ortiche...una favola!  ;D

Offline Pietro

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 84
  • Sesso: Maschio
e ho sentito molto parlare ma non sono riuscito mai a capire quali fossero questi benedetti spinaci di montagna... ricordo a Malga Revò c'era un sacco di gente che ne faceva incetta...
Io al massimo ho provato a mangiare gli asparagi selvatici di montagna (pessimi, ma forse li ho cucinati male) e i germogli di tarassaco saltati con la pancetta (buoni). Ma ho visto che sono soprattutto i veneti a fare le cavallette...

Buonissimo anche il radicchio dell'orso, squisito ma mai raccolto perché non lo so riconoscere...

Gli spinaci di montagna in effetti sono amarissimi , io li mangio cotti  e conditi con un filo di olio e tanto ma tanto aceto che toglie un pochino di amaro , il radicchio dell' orso vado a raccoglierlo con un amico che conosce dei posti dove ne cresce in buona quantità , dopodichè ne raccolgo anche un bel po per un altro amico cuoco ;D , cosi mi ricambia il favore e me lo sistema per benino nei vasetti pronto per l' autunno/inverno. Alcuni anni fa coglievo anche i fiori dell' arnica ottimi per fare unguenti per curare botte ed  ematomi e dicono anche lesioni musolari.

Offline jochanan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.209
  • Sesso: Maschio
il locale orto botanico aveva organizzato un mese fa una mostra di piante mangerecce. Io l'ho saputo troppo tardi. Personalmente mi occupo solo di Bruscandoli (luppolo) Brusche (pungitopo) e Pissacani (tarassaco). Una volta ad Agordo ho visto dei locali che stavano quasi facendo a botte con famelici "foresti de pianura" rei di fregarsi i migliori pissacani, quelli grassi, nati vicino alle malghe dopo il disgelo...
il mondo sarebbe veramente noioso senza le montagne (E.Kant, mi sembra, che tra l'altro è sempre vissuto in pianura)

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Proprio domenica sono andato per "comedole" ossia spinaci di montagna , che sono ottimi anche per fare gli strangolapreti  ;D , ho notato che queste erbe cambiano nome da paese a paese , noi appunto le chiamiamo comedole , a qualche km di distanza e precisamente nel bleggio le chiamano farinelle , voi come le chiamate?

Da me si chiamano CALTRI
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline Oma

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.495
  • Sesso: Femmina
In primavera siamo soliti andar a bruscandoli (luppolo), carleti conosciuti anche come s-ciopeti  buoni per frittate e risotti! ;) Buonissime anche le rosoline le piante del papavero ... :)

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.715
Anche gli "sgrizoi",ossia la Selene Inflata.Consciuta anche come "Sciopeti".Ottima lessata,a condire il riso,in frittata ecc.

Offline Remi

  • Newbie
  • *
  • Post: 13
  • Sesso: Maschio
Dalle mie parti li chiamiamo spinaci di montagna o farinele. Si distinguono da un'altra pianta tossica, le lingue de vaca, proprio per questa farina che ricopre la parte inferiore delle foglie. Sono ottime per risotti, pasta verde, gnocchi, ripieno di crespelle...

http://www.biopedia.it/alimentazione/spinacio-di-montagna-contro-anemia_2067/

Raccolti per la prima volta domenica scorsa. Lessati e poi saltati in padella con burro ed uno spicchio d'aglio. Il sapore è molto simile agli spinaci, ma a mio parere e anche secondo gli amici che li hanno mangiati, sono decisamente migliori. Se Pietro li ha trovati così amari da doverli condire con l'aceto...penso proprio che abbia mangiato un'altra erba.

Offline Pistacchio

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 678
  • località di residenza: Madrano
Quoto gli sgrisoi (Selene Inflata, ma fino a 2 secondi fa non conoscevo il nome vero), le pomee (spinaci selvatici), i grasù (dente di cane).
Poi come curative uso parecchio i fiori di tiglio, si essiccano e poi si fanno bollire ore ed ore, si aggiunze zucchero e si beve, molto buono, è un blando sitema per il mal di gola e come placebo per il raffreddore, ma è buonissimo.
Il dente di cane è un buon purificante e favorisce la diuresi, difatti si chiama anche piscialetto.

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.715
Spinaci di montagna,farinele,o nome volgare italiano "Buon Enrico":ne faccio scorpacciate ogni anno perchè crescono abbondanti intorno alla baita.Sono ricchi di minerali,fanno bene al fegato,contengono ferro e ...sono proprio buoni!
Ho sempre cercato di attingere al sapere degli anziani anche perchè non vada perso questo enorme bagaglio di sapere naturalistico-culinario-terapeutico.Al bisogno un bosco ed un pascolo possono sempre nutrirti.