TECNICA > Fotografare in montagna

Reflex o compatte, questo è il dilemma...

(1/18) > >>

southernman:
Visto che sono "'ispiratore"  :) di questa nuova sezione mi sento di dover dire la mia, dopo aver letto con interesse tutti o quasi i post. Uso ed ho sempre usato reflex da quasi trent'anni (la prima Pentax comprata con i risparmi della paghetta di un anno, era talmente manuale che per spegnere l'esposimetro bisognava levare la pila). Con l'invenzione delle digitali sono stato tentato più volte dal poco ingombro e dalla discreta qualità di una stampa 13X19, anzi per un anno ho usato in contemporanea una reflex a pellicola ed una digitale compatta, anche in montagna (un delirio ::)!) ma alla fine ho dovuto cedere alla sintesi delle due tecnologie: una reflex Olympus E-300. Uso solo lo zoom fornito in kit con la macchina (c'è un limite anche al masochismo, come dice Agh  :) ) I risultati a mio avviso sono decenti. Uso a volte anche compatte in montagna, la mia compagna ha una Canon Powershoot 540, ma non c'è niente da fare, ho bisogno di impugnare la reflex per scattare a mio agio; con la compatta non ho lo stesso feeling. Oltretutto appena c'è un minimo di sole non vedo niente sullo schermo. Comunque ho visto di peggio  :) in una gita con le ciaspe sul Costalta quest'inverno un nostro compagno di escursione ciaspolava con nonchalance con al collo una Nikon D300, obiettivo 18-200 e pacco batterie opzionale  ::) ::) . Quando si dice la passione..

APO:
Noi la reflex la portiamo al collo anche in ferrata: il problema è che quando sei sotto vengono tutti "lati B". :D Ma credo che lo stesso problema ci sia anche con le compatte. ;)

iw6bff:
Ho una collezione di Nikon, dalla FM in poi, con diversi Kg. di ottiche, poi ho capitolato e sono passato alle reflex digitali ( per diversi motivi Sony ) poi stanco di portarmi dietro diversi Kg di vetro ed alluminio, non potendo permettermi uno  sherpa ;D cono passato ad una bridge, che avesse come unica condizione la caratteristica di poter montare un filtro polarizzante ( sono della vecchia scuola dei 35mm  ::) e " fissato dei polarizzatori " certo la reflex con diverse ottiche è un altra cosa, ma penso che la scelta che ho fatto sia un buon compromesso. 

AGH:
il discorso mi pare molto semplice: o fai foto o fai la gita.
Se vuoi fare decentemente entrambe le cose, la scelta per quel che mi riguarda è obbligata. Mai andato in montagna con la reflex (forse all'inizio, decenni fa), attualmente uso una compatta Canon g12 (prima avevo la g3, poi la g11) e mi trovo ottimamente. E non mi pare di fare foto brutte :)

APO:
In condizioni normali e per foto di paesaggi non dovrebbero esserci grosse differenze, e queste sono proprio le condizioni più frequenti in montagna... soprattutto quando ci vai da solo. ::)

Addirittura secondo me le compatte hanno dei vantaggi. Quello che si vede subito è che sono più piccole e quindi facilmente "imboscabili". Quello più apprezzabile però è che di solito hanno un'ottica che funziona bene sia come tele che come grandangolo: al contrario con le reflex sei spesso costretto a scegliere fra aprire lo zaino e smontare la macchina, oppure scattare come vien vien (scattare e accettare quello che vien fuori). :(

Comunque io vado solo con la reflex: è sempre un'ottima scusa per fermarsi a riprendere fiato. ;D

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva