Autore Topic: Cimiteri militari della Grande Guerra lungo il confine del Sudtirolo  (Letto 1461 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.775
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Mi sono cimentato con Google Earth Studio, una derivazione di Google Earth per realizzare animazioni. Il procedimento è abbastanza semplice ma non proprio banale. Sono partito da una mappa del Triveneto realizzata con QGIS, nella quale ho posizionato circa 400 cimiteri militari geolocalizzati da me, uno alla volta visto che non esistevano dati già fatti, utilizzando varie fonti e verificando con le carte tecniche regionali e le IGM in scala 1:25.000.

Ho quindi esportato il file in formato .kml e l'ho importato in Google Earth Studio, dove ho realizzato l'animazione, fatto il render di 1800 immagini (2 minuti di video) ed esportato in formato Mpeg. A quel punto ho caricato il video in YouTube Studio e aggiunto la musica di libero utilizzo, per non incappare in problemi di copyright e scegliendo dalle librerie di Youtube la musica che mi pareva più adatta. Ci sono ancora molte cose da mettere a posto tecnicamente, la parte dell'animazione e dei movimenti di camera non è affatto semplice. La mappatura del terreno di Google Earth non è omogenea e quindi il territorio in certe zone risulta a chiazze. Per essere il primo tentativo tuttavia non mi sembra male, che ne dite?
PS: il video va guardato al PC in alta risoluzione, non col cellulare, altrimenti non si vedono i particolari

Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline bandurko

  • Full Member
  • ***
  • Post: 224
  • Sesso: Maschio
È sicuramente un lavoro interessante, sia per il fine che nel risultato finale. Ho notato che la linea del fronte seguita è quella del dopo Caporetto e quindi passa dagli altopiani al Monte Grappa tagliando fuori il la linea del Lagorai- Cima d'Asta.
Personalmente non conosco la maggior parte dei siti in quelle zone, ad esclusione dei grandi sacrari voluti dal regime fascista per dare un'interpretazione distorta della realtà e creare luoghi dove celebrare eroismi laddove invece ci sarebbe solo da piangere dei martiri. Trovo utile che siano conservati nella memoria anche quei siti dove i caduti furono originariamente sepolti e dove avrebbero dovuto essere lasciati.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.775
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Ciao, l'animazione è un primo esperimento :) la linea seguita è, semplicemente, quella che segue le zone col maggior numero di cimiteri... In tutto ne ho censiti circa 400, ma tieni conto che almeno la metà sono sugli altipiani di Asiago e Ortigara. Un'altra zona impressionante è lo Zugna e la Vallarsa. Invece sono relativamente pochi quelli della Guerra Bianca tra Adamello e Presanella e Cevedale, meno di quelli che mi aspettavo, ma perché i morti venivano sepolti tra i ghiacci. In ogni caso grandi battaglie in alta quota non ce ne sono state se le confrontiamo con Ortigara e Carso... Anche in Lagorai, a parte Cauriol e Colbricon, non ci sono molti cimiteri rispetto ad altre zone. Un'altra zona notevole è Garda-Ledro, e anche Dolomiti fino al Col di Lana

Qui

Adamello - Presanella
5 cimiteri in val di Genova e altri sparsi...
https://i.imgur.com/4PIcmLO.jpg

Ortigara
https://i.imgur.com/OUx6quk.jpg

Zugna - Vallarsa
https://i.imgur.com/ppZDGhD.jpg

Lagorai
https://i.imgur.com/qSlY3wH.png

Alla fine mi sono imbarcato in questa impresa per interesse personale ma anche per fare qualcosa che, mi risulta, nessuno ha tentato finora, cioé geolocalizzare gli ex cimiteri militari e metterli in mappa. Sicuramente ne mancano ancora molti, ma arrivano spesso segnalazioni utili per individuare un nuovo cimitero. Ci sono lavori precedenti simili, però solo sui libri, e solo su mappe in zone abbastanza circoscritte. La mia idea sarebbe di provare a coprire, un po' alla volta, almeno tutto il Triveneto. 
« Ultima modifica: 17/09/2022 11:46 da AGH »
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/