TECNICA > Materiali e tecnica in montagna

Dubbi bastoncini pieghevoli/telescopici

<< < (2/2)

il nik:
I bastoncini a vite sono più soggetti a rotture: se si bagnano, se entra sabbia, se prendono botte, diventa difficoltoso il bloccaggio e lo sbloccaggio. Io ne ho rotto così due paia. Ho poi rotto un paio di bastoncini che tu chiami misti, ma erano in carbonio e minacciavano la rottura solo a guardarli quindi me la sono cercata. Adesso uso dei bastoncini pieghevoli col filo a lunghezza fissa, quindi niente terminale telescopico con gancio, e stanno tenendo botta.
In sostanza però davanti a un utilizzo intenso prima o poi il rischio che si rompano c'è per tutti, quindi personalmente andrei verso quelli più economici, a meno che tu non abbia particolari esigenze di compattezza o peso, in quel caso determinerei che lunghezza ti serve e prenderei dei bastoncini a 4 segmenti a lunghezza fissa.

miki:
A mio avviso l'utilità del bastoncino che si riduce di lunghezza è per chi ha necessità di avere le mani libere per fare tratti di ferrata o arrampicata e quindi lo deve riporre nello zaino senza troppi ingombri.. Se lo usi per le escursioni che hai descritto perché non prediligere la semplicità di uno fisso... costa un quarto e dura tutta la vita..

bandurko:
Sono dell'idea anch'io che sia inutile imbarcarsi in una spesa eccessiva quando non si abbiano particolari esigenze: io le ho comprate da Decathlon sette anni fa con una spesa decisamente contenuta e svolgono ancora la loro funzione. Tuttavia pur non dovendo affrontare ferrate o tratti in arrampicata, ho preferito acquistarle telescopiche perché, anche sui sentieri, capita, in corrispondenza di pietraie o passaggi più delicati, di preferire di avere le mani libere e il poterle riporre nello zaino è una grande comodità.

AGH:
Per il tipo di escursioni che hai descritto, secondo me non ti servono i bastoncini  ;D
Se ami fermarti spesso per usare il binocolo, rischi siano un impiccio, e lo dico da fotografo che si porta i bastoni perché faccio escursioni abbastanza lunghe su terreno ostico, i bastoni quando devo fare foto sono sempre tra i piedi. Il beneficio è quasi nullo su percorsi brevi e con frequenti soste. Se proprio vuoi provare, prendi un banale paio di bastoni fissi, di poco prezzo e robusti, anche usati o da sci no ha molta importanza, e vedi come ti trovi: quando usi il binocolo li appoggi da qualche parte o li metti a terra. Per il resto, il marketing ce la mette tutta a confondere le idee: il bastone migliore per escursioni lunghe è quello con chiusura "a leva", o quello in segmenti legati col filo. Ma ripeto, dipende dall'uso:  la chiusura dei bastoni è utile se devi affrontare tratti di percorso che impongono anche l'uso delle mani, su roccia o ferrate, altrimenti non serve quasi a nulla. Ne ho rotti parecchi finora, alla fine viaggio da anni con due bastoni fissi da scialpinismo.

RobTrek:
Grazie a tutti per i vari interventi e scusate per la risposta tardiva ma sono stato assente da casa ultimamente.

Come è stato già detto, effettivamente non utilizzerei i bastoncini così spesso quindi per le prossime escursioni deciderò se rimanere così o al massimo provare i telescopici del Decathlon per vedere come mi trovo ( magari non proprio quelli da 5€ ma quelli sui 10€ ).

Navigazione

[0] Indice dei post

[*] Pagina precedente