Autore Topic: Scarponi e mal di piedi spaventoso  (Letto 218843 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline SPIDI

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.426
  • Sesso: Maschio
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #165 il: 19/01/2016 19:37 »


Le solette auto-modellanti possono portare già notevoli benefici a chi ha problemi  ai piedi e tutto sommato il loro prezzo non è elevato visto i benefici.
L' ideale sarebbe uno scarpone con l' interno termoformante ma probabilmente il loro costo sarebbe esorbitante e quindi economicamente irrealizzabili   


        http://www.plantari-podotec.it/solette_sportive_anatomiche_automodellanti.aspx
Bisogna andare dove pochi sono andati per vedere   
ciò che pochi hanno visto

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.763
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #166 il: 19/01/2016 21:26 »
perché dovrebbe essere un costo esorbitante? Se lo fanno per gli scarponi da sci...
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline climbalone

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 335
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #167 il: 19/01/2016 22:57 »
...Scendere sotto i 700gr di peso significa rinunciare a robustezza,termicità,contenzione e protezione...
Ormai la chimera della leggerezza sta passando di moda anche nello scialpinismo:niente di peggio di essere leggeri e con l'attrezzo rotto a metà gita;idem avere lo scarpone ultralight e sacramentare ogni volta che becchi un sasso o dai dentro a rocce o radici.
Lo stai dicendo a uno che da trent'anni gira per le montagne calzando esclusivamente scarpette (peso tra i 260 e i 350 gr), e a cui la parola contenzione ricorda tanto le camicie di forza...
 ;)
Gli scarponi li sto pensando per un uso esclusivamente invernale, oppure, nella bella stagione, per escursioni/scalate su misto in quota.
Mi interessa fondamentalmente avere i piedi più protetti dal freddo, tutte le altre caratteristiche che uno scarpone può avere le vedo essenzialmente come uno svantaggio. Ma ad ogni modo grazie per il parere.
 :)

Offline SPIDI

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.426
  • Sesso: Maschio
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #168 il: 20/01/2016 07:52 »
perché dovrebbe essere un costo esorbitante? Se lo fanno per gli scarponi da sci...

Se non sono già in commercio ci sarà un motivo ! O non c' è richiesta o sono economicamente irrealizzabili  :)
Bisogna andare dove pochi sono andati per vedere   
ciò che pochi hanno visto

Offline maxzz64

  • Newbie
  • *
  • Post: 7
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Salzano (VE)
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #169 il: 20/01/2016 08:10 »
Se non sono già in commercio ci sarà un motivo ! O non c' è richiesta o sono economicamente irrealizzabili  :)
Beh! Seguendo questa logica, non ci sarebbe mai alcun nuovo prodotto in commercio, visto che apparentemente dovrebbe essere già stato fatto/inventato tutto

Sent from my MotoG3 using Tapatalk


Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.763
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #170 il: 20/01/2016 09:01 »
se ci pensiamo bene, il principio è più che valido: ogni piede diverso=scarpetta interna modellata sul TUO piede. Certo magari il costo ora è alto, ma in caso di produzione di massa il costo scenderebbe. Giusto l'altro giorno ho visto le nuove scarpe da calcio Adidas senza lacci, che dovrebbero permettere un tocco di palla col massimo della sensibilità. Costano 300 euro ma se le mette qualche campione le vorranno tutti :)
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.763
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #171 il: 20/01/2016 09:18 »
Lo stai dicendo a uno che da trent'anni gira per le montagne calzando esclusivamente scarpette (peso tra i 260 e i 350 gr), e a cui la parola contenzione ricorda tanto le camicie di forza...
 ;)
Gli scarponi li sto pensando per un uso esclusivamente invernale, oppure, nella bella stagione, per escursioni/scalate su misto in quota.
Mi interessa fondamentalmente avere i piedi più protetti dal freddo, tutte le altre caratteristiche che uno scarpone può avere le vedo essenzialmente come uno svantaggio. Ma ad ogni modo grazie per il parere.
 :)

concordo con Climb. Ai tempi miei lo scarponazzo da 2 kg l'uno, rigidissimo, era la regola, non c'erano alternative, le  migliaia di modelli di adesso di tutte le fogge, peso e misure. All'epoca quella era, senza se e senza ma, LA SCARPA DA MONTAGNA. Il negoziante ti raccomandava di usare una certa crema per ingrassare il cuoio per evitare che col tempo diventasse duro come il cemento. Ho sempre avuto mal di piedi tremendi, vesciche da paura. Circa 20 anni fa, ho deciso che ne avevo avuto abbastanza.
Ricordo la prima volta ho messo le scarpette basse, salendo a Cima Stellune. Mi pareva di essere nudo. Ma già al ritorno, coi piedi perfetti in due pantofole, mi sono detto "che scemo a non averle messe prima!". Da allora in estate sempre scarpe basse, e ho fatto davvero di tutto, canaloni, ravanate fuori sentiero, ghiaioni, pietraie infami. Fortunatamente ho caviglie robuste (tocchiamo ferro) e non ho problemi. Certo su terreni difficili bisogna stare più attenti e magari si va più piano, ma andare in montagna finalmente senza male ai piedi, e senza vesciche, è un vantaggio irrinunciabile!
« Ultima modifica: 20/01/2016 09:20 da AGH »
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline Renzo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
  • località di residenza: Civezzano (TN)
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #172 il: 20/01/2016 10:52 »
@ Climbalone
Io per l'inverno da un paio d'anni uso gli AKU winter track gtx (meno di 650 grammi mi pare) per ora tutto bene (caldo e asciutto).

@ Agh
Lo scarponazzo da 2 kg era in cuoio, eterno, roba che ti avrebbe salvato pure da una mina...  :) quelli di oggi pesano 3 etti costano un rene (eh ma son in kevlargrafenecarbonio...) e nel giro di 1/2 anni li butti, perchè tra le altre cose per farli pesare di meno mettono suole morbide e che non puoi sostituire.

@ Agh 2
Le scarpette senza lacci sono una risposta fighetta a quanto sono fighetti i calciatori della domenica (*) oggi.
(*) Intendo i non professionisti, quelli son legati da contratti, e se nike ti paga tu metti scape nike anche se adidas le fa migliori.
Pelè o Maradona per dirne due, la palla la mettevano dove volevano pure con gli zoccoli ai piedi...

@Agh 3
Ma non è che l'interno automodellante abbia senso solo su scarpe rigide, che non si flettono minimamente come appunto gli scaponi da sci?

Ps. Scarpetta interna modellata sul tuo piede e produzione di massa sono un ossimoro :)
Peso 75 chili e non esiste che una scarpetta interna comoda adesso possa essere comoda anche se ingrasso di 40 chili.

Pps. Io mi permetto di insistere, se gli scarponi vi fanno venire le vesciche provate a cambiar calzini.

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.763
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #173 il: 20/01/2016 13:05 »
@Agh 3
Ma non è che l'interno automodellante abbia senso solo su scarpe rigide, che non si flettono minimamente come appunto gli scaponi da sci?

non direi. Se lo scarpone ti fa male ai piedi e ti fa venire le vesciche significa proprio che gli attriti sono eccessivi. Del resto perché fanno i plantari modellati? Per la stessa ragione :). Il male ai piedi per gli scarponi credo sia un problema abbastanza diffuso. Una scarpetta modellata sul tuo piede garantirebbe aderenza perfetta, quindi niente giochi del piede dentro lo scarpone, sfregamenti, dolori e vesciche, e quindi anche un passo più preciso e sicuro.
Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline pianmasan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.857
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #174 il: 20/01/2016 17:23 »
Io non mi azzarderei a fare certe ravanate con le scarpe basse. Ho sempre usato scarponi alti, robusti e possibilmente morbidi (ingrasso). Negli ultimi dieci anni  ho acquistato in successione tre paia di Meindl, con i quali mi sono trovato magnificamente. Consumo la suola ma la tomaia resta quasi integra. Forse ho un piede "ruvido", non ho i cosiddetti "pèi dolzi". Ma è chiaro che il discorso è personalissimo.

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.763
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #175 il: 02/02/2016 18:55 »
come si vede la nostra non era un'idea così peregrina... Sportler ha un servizio dove fa una scansione 3d del piede del cliente per adattare la scarpetta interna dello scarpone (da sci, per ora)
http://my.sportler.com/it/bootfitting-la-perfezione-applicata-allo-scarpone-da-sci/

Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.714
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #176 il: 02/02/2016 23:02 »
Negli scarponi da discesa non c'è flex plantare,la caviglia deve avere solo modesti movimenti di flessione in avanti,per il resto più il piede fa corpo unico con la scarpa e quindi col complesso attacco sci,meglio è;l'obiettivo è il massimo di trasmissione dell'assetto dinamico a partire dal complesso tronco,cosce,ginocchia allo sci
Se si pensa a quanto sia impacciata la camminata con scarpe da discesa....

Online AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.763
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #177 il: 03/02/2016 06:02 »
Negli scarponi da discesa non c'è flex plantare,la caviglia deve avere solo modesti movimenti di flessione in avanti,per il resto più il piede fa corpo unico con la scarpa e quindi col complesso attacco sci,meglio è;l'obiettivo è il massimo di trasmissione dell'assetto dinamico a partire dal complesso tronco,cosce,ginocchia allo sci
Se si pensa a quanto sia impacciata la camminata con scarpe da discesa....
Verissimo, ma il principio mi pare resti valido per qualunque scarpa, a maggior ragione se il piede deve flettere e sottostare a sfregamenti per ore come nel caso di uno scarpone da montagna

Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk

Blog di Montagna
https://www.fotoagh.it/

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.714
Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #178 il: 03/02/2016 16:10 »
Magari con un foam molto malleabile,tipo un gel.Esistono prodotti in cui la diversa pressione sulla massa condiziona la maggiore o minore consistenza della massa stessa.
Dovrebbe essere però anche un materiale capace di dissipare il sudore e consentire adeguata areazione.

Offline stef48

  • Full Member
  • ***
  • Post: 133
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Bolzano
Re:Scarponi e mal di piedi spaventoso
« Risposta #179 il: 30/04/2016 18:20 »
Mi inserisco, forte (si fa per dire) dei miei trentennali problemi ai piedi: alluce valgo, cedimento della pianta, allargamento ai lati ecc. ecc. Premesso che io uso solo Meindl per questione di necessità di pianta larga, se volete una soletta personalizzata, basta andare da un calzolaio specializzato (a Bolzano sono almeno tre, ma non dubito ve ne siano in Trentino) attrezzato con pedana computerizzata per farvi camminare e registrare la distribuzione del peso sulla pianta e di conseguenza "costruire" la vostra, cara in tutti i sensi, soletta. Altri punti bisogna salvarli in maniera più ruspante. A me, periodicamente, i malleoli mi fanno vedere le stelle al contatto con gli scarponi; unica soluzione trovata: uno spessore di gommapiuma (un cubo di circa 5 cm di lato) tenuto saldo alla caviglia con robusta fasciatura, in modo da tener largo il bordo dello scarpone e diminuire la compressione sul malleolo. Altri problemi sono irrisolti; ad esempio le vesciche inizio stagione (fintanto che il piede non se ne fa una ragione) sul tallone, che è particolarmente sporgente. Anzi se qualcuno ha qualche consiglio (oltre a quello di cambiar piedi  ::)) è molto gradito. Altra cosa da tener in molta attenzione è l'allacciatura degli scarponi; io mi trovo bene con quella con doppio fermo, a caviglia e collo del piede, che permette una migliore scelta a seconda delle situazioni.
Auguri a tutti di "scarso mal di piedi" per la prossima stagione. ;)