Autore Topic: Foto del Pasubio  (Letto 2240 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.605
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Foto del Pasubio
« il: 30/12/2010 08:37 »
Ho fatto questa foto da sopra Passo Coe, qualcuno può indicare qualche cima? Quei pendii sembrano molto invitanti per fare giri in sci o ciaspole, ma purtroppo non mi sono mai spinto più a sud del Col Santo (vergogna!)



http://img443.imageshack.us/img443/7081/pasubio1155.jpg (link diretto dimensione intera)

Offline P52

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 421
  • Sesso: Maschio
Re: Foto del Pasubio
« Risposta #1 il: 30/12/2010 18:24 »
Da destra verso sinistra: m. Roite, Piccolo Roite, Dente Austriaco, Dente Italiano; Palon.
Le creste che si staccano dalla dorsale principale per scendere in Val Posina a sinistra il Nido d'Aquila a destra i Sogli Bianchi. Scialpinisticamente non l'ho mai attraversato, da quanto ne ho sentito parlare parecchi passaggi sono esposti a rischio valanghe, sempre per sentito dire solitamente è un percorso primaverile da fare con neve assestata. L'attacco da un lato e dall'altro (rif. Papa o Lancia) già richiedono qualche ora per raggiungerli e salvo diversivi che richiedono due auto e con discese (BSA) in val di Posina per le valli scoscese di Caprara, Sorapache o quella di Pruche si deve per forza ritornare per la stessa via dell'andata.
Anche per il sottoscritto sarebbe una lacuna da colmare ....  ;)

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.605
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re: Foto del Pasubio
« Risposta #2 il: 30/12/2010 21:34 »
Da destra verso sinistra: m. Roite, Piccolo Roite, Dente Austriaco, Dente Italiano; Palon.
Le creste che si staccano dalla dorsale principale per scendere in Val Posina a sinistra il Nido d'Aquila a destra i Sogli Bianchi. Scialpinisticamente non l'ho mai attraversato, da quanto ne ho sentito parlare parecchi passaggi sono esposti a rischio valanghe, sempre per sentito dire solitamente è un percorso primaverile da fare con neve assestata. L'attacco da un lato e dall'altro (rif. Papa o Lancia) già richiedono qualche ora per raggiungerli e salvo diversivi che richiedono due auto e con discese (BSA) in val di Posina per le valli scoscese di Caprara, Sorapache o quella di Pruche si deve per forza ritornare per la stessa via dell'andata.
Anche per il sottoscritto sarebbe una lacuna da colmare ....  ;)

grazie per i nomi delle cime. Veramente la mia intenzione era di abbordare cima palon da nord, dal rifugio Lancia per capirci, che dovrebbe essere molto meno pericoloso anche se da giazzera è davvero eterna :(

Offline P52

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 421
  • Sesso: Maschio
Re: Foto del Pasubio
« Risposta #3 il: 31/12/2010 10:09 »
Da sud al Paolon ci arrivi con gli sci in spalla salendo dalla Galleria D'Avet lungo il sentiero delle Creste o sempre a piedi per la Val Canale lungo il Boale d'Inverno fino a Porte Pasubio, qui si possono mettere gli sci e per panettoni vari si sale al Palon. Occorre tener presente che sul versante sud la neve si trasforma in una lastra di ghiaccio ed occorrono ramponi e molta attenzione, chi scivola difficilmente lo può raccontare ...
Da nord partendo da Giazzera è bella lunga salvo pernottare al Lancia. Probabilmente l'itinerario lungo il colmo non dovrebbe presentare difficoltà mentre i lati hanno pendenze abbastanza consistenti e i distacchi non sono da escludere.
C'è anche un bivacco tra l'Alpe Pozze e m. Buso ma, se ricordo bene, è privato e magari chiuso. Altrimenti sopra al rif. Papa c'è il bivacco Marzotto con stufa e coperte.