Autore Topic: Monte Maggio  (Letto 2744 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline daniele73

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 61
  • Sesso: Maschio
Monte Maggio
« il: 02/01/2015 14:54 »
Ciao e buon anno  :)
Ieri primo gennaio escursione a monte Maggio, con giro ad anello partendo da malga Zonta/base Tuono (foto 1) . Non avevamo informazioni precise sulla neve, sapevamo essercene poca o nulla. Siamo partiti con i soli scarponi, niente ciaspole, pronti però ad indossare i ramponcelli (che indosseremo solamente nella discesa dal monte, pensando che potessero esserci tratti ghiacciati in realtà inesistenti).
Dopo il primo tratto su strada forestale poco innevata si giunge a un punto in cui a destra si vede malga Melegna. A sinistra si nota una traccia (foto 2) e fidandoci della mappa kompass (fiducia tremebonda) la seguiamo. La traccia sulla mappa si rivela essere corretta e molto ben disegnata, si riconoscono curve e tratti rettilinei. Proseguiamo con piccoli dubbi subito fugati, superiamo il confine Trentino-Veneto, reso visibile dal muretto e dal filo spinato (foto 3). Siamo nel bosco, sui circa 10 cm di neve si vedono solo tracce di animali. Giungiamo dunque, sempre su tratto pianeggiante, ad uno slargo, nel momento stesso in cui usciamo dall'ombra del bosco e ritroviamo uno splendido e riscaldante sole. Qui incrociamo il sentiero 520 che sale a monte Maggio. Proprio a questo incrocio inizia la salita (foto 4). Qui vi sono segni di altre persone passate dopo la nevicata. Neve sempre poca, per ora gli scarponi bastano. Si sale per un bel tratto, quando si esce al sole l'erba spunta da sotto la neve (foto 5). Superiamo un cippo di antico confine (foto 6) e verso est la vista spazia fino alla piena pianura veneta, oltre la Valdastico (foto 7). Le altre tracce finiscono (foto 8 ), di nuovo si vedono solo segni del passaggio di animali (foto 9). Qui inizia un tratto di versante meno comodo. La neve si è accumulata, o forse ne è caduta di più, e in alcuni tratti si sprofonda fin quasi al ginocchio (foto 10). Per fortuna non è ghiacciata, questo ci permette di affondare bene con i piedi e sentirci più sicuri, perchè il versante è esposto su notevoli strapiombi; fosse dura o ghiacciata sarebbe impossibile proseguire. Facciamo molta attenzione, piantiamo bene piedi e bastoncini e superiamo questo tratto complicato. Siamo ormai quasi a monte Maggio (foto 11). Ci accoglie il cartello (foto 12), che però non indica la direzione malga Zonta/base Tuono, così come non lo fa il segnale che si incontra più in basso e che indica solo la deviazione per passo Coe; trovo che la mancanza sia sciocca, specialmente d'inverno. Il percorso non è certo difficile da individuare, è una strada forestale, ma un'indicazione ai bivi non farebbe male (sbaglieremo leggermente percorso ad un bivio ma ce ne accorgeremo e rimedieremo). Eccoci dunque in cima (foto 13 e 14). Qui al caldo sole che ci ha accompagnato finora, si aggiunge prima un sottile vento ben fresco in vetta, e poi l'ombra, e quindi un bel freddo, lungo tutto il percorso di rientro.
Giro davvero bello e soddisfacente, con un sole splendido e vista spettacolare, con quel pizzico di sapore avventuroso che una buona zucca sulle spalle permette di godersi. Onestamente, conoscendo ora quel tratto esposto, con i soli scarponi non lo rifarei. Forse però il mio è un eccesso di precauzione, in fin dei conti lo abbiamo superato facilmente facendo la giusta attenzione e anche immagazzinando una buona esperienza da mettere a frutto in futuro.
Ho la traccia gps presa con runtastic, se riesco la pubblico. Ciao, Daniele.
« Ultima modifica: 02/01/2015 15:00 da daniele73 »

Offline daniele73

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 61
  • Sesso: Maschio
Monte Maggio
« Risposta #1 il: 02/01/2015 14:55 »
altre foto

Offline daniele73

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 61
  • Sesso: Maschio
Monte Maggio
« Risposta #2 il: 02/01/2015 14:56 »
ancora foto

Offline daniele73

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 61
  • Sesso: Maschio
Monte Maggio
« Risposta #3 il: 02/01/2015 14:57 »
ultime foto

Offline Renzo

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 403
  • località di residenza: Civezzano (TN)
Monte Maggio
« Risposta #4 il: 03/01/2015 07:20 »
Che tristezza di inizio inverno, senza neve... Ho fatto questo giro a fine gennaio dell'anno scorso, e a parte la "difficoltà" di evitare le piste da sci, non ricordo tratti rognosi perchè esposti, è anche vero che l'innevamento dell'epoca (vedi foto) forse permetteva di passare per altre traiettorie...  ;)