TECNICA > Orientamento e cartografia in montagna

Tutti i sentieri SAT del Trentino scaricabili gratis

(1/15) > >>

AGH:
g

Tutti i sentieri Sat sono online e si possono scaricare gratis!
http://www.sat.tn.it/default.aspx?fn=loadarea&idarea=12

La cosa particolaremente interessante è che sono disponibili anche in formato kmz per poterli visualizzare in Google Earth!
http://www.sat.tn.it/sns/12/home/download_sentieri.html

Un plauso alla Sat! :)))

SPIDI:
Veramente interessane lo scaricato per Google Earth peccato che i sentieri non siano numerati   ::)

AGH:

--- Citazione da: SPIDI - 23/07/2011 21:37 ---Veramente interessane lo scaricato per Google Earth peccato che i sentieri non siano numerati   ::)

--- Termina citazione ---

come non sono numerati??? Lo sono!



MOTTAS:
Salve,
sono nuovo del forum e mi scuso anticipatamente per la mia poca dimestichezza con il "mezzo"...

In riferimento all'argomento vi posso confermare (in quanto componente CSE e cogestore del sito CSE SAT) che i tracciati digitalizzati dei sentieri SAT sono scaricabili nei tre formati di uso più frequente:
Google KML: formato standard per visualizzare i sentieri in 3D con Google Earth. Per fare questo è necessario aver installato sulla propria macchina il programma gratuito Google Earth, liberamente scaricabile da Internet.
Esri Shapefile (SHP): formato GIS per essere aperto con strumenti GIS Desktop avanzati, quali Quantum GIS (gratuito e liberamente scaricabile da Internet) o ESRI ArcGIS (a pagamento).
Tracce GPX: formato standard per essere importato nei moderni navigatori GPS.
In Gogle Hearth "puntando" la singola traccia si ottengono in risposta diverse informazioni quali numero di sentiero, competenza, difficoltà, inizio, fine, quote, ecc. ecc.  Cliccando con il tasto dx sulla singola traccia e selezionando dal relativo menu "Mostra profilo elevazione" si possono visualizzare le informazioni di quota e lunghezza.
Dalla paginetta WEB del sito invece si vede (per ora) solo il numero e la eventuale denominazione del sentiero.

Il tutto è ancora in una fase sperimentale... quindi si potranno verificare degli errori e avere anche delle incongruenze (v. condizioni d'uso) ma certamente il nostro impegno di volontari SAT ci permetterà in futuro di ovviare a queste mancanze per offrire un servizio migliore a tutti coloro che frequentano e amano le nostre montagne.

AGH:

--- Citazione da: MOTTAS - 23/07/2011 23:37 ---Il tutto è ancora in una fase sperimentale... quindi si potranno verificare degli errori e avere anche delle incongruenze (v. condizioni d'uso) ma certamente il nostro impegno di volontari SAT ci permetterà in futuro di ovviare a queste mancanze per offrire un servizio migliore a tutti coloro che frequentano e amano le nostre montagne.

--- Termina citazione ---

anzitutto benvenuto sul forum :)
Immagino che alla SAT ci abbiate già pensato, ma ora tocca ai Rifugi :)

Il passo successivo, e direi fondamentale, è però quello di arrivare a disporre di una CARTOGRAFIA ON LINE utile agli escursionisti. I cugini altoatesini sono come al solito un passo avanti: http://trekking.suedtirol.info/

Quello che appare incomprensibile è che la Provincia Autonoma di Trento, pur disponendo della cartografia digitale di tutto il Trentino (anche in 3d e si dice con risoluzione a 1 m!) si tenga questi dati per sé, protetti da copyright, anziché renderli pubblici come sarebbe doveroso visto che sono, o dovrebbero essere, patrimonio di tutti. Nel 2008 io ed altri avevamo anche lanciato una petizione per la "liberazione dei dati geografici" che ha raccolto circa 550 firme. Certo la Sat, col suo rilevante numero di iscritti, potrebbe muoversi con ben altra forza di persuasione in questa direzione rispetto a quella di alcuni privati cittadini.

Riporto il testo della petizione
http://www.firmiamo.it/liberazionedatigeografici
-------------------------------------------
Più mappe per tutti
La cartografia provinciale deve essere pubblica

I dati cartografici e geografici sono, come qualsiasi altro elemento della conoscenza, un patrimonio della collettività. Su Internet ad esempio, grazie all'utilizzo di questi dati, sono nate centinaia di applicazioni in vari settori: mappe stradali, commerciali, per uso turistico, escursionistico, ludico, eccetera. Un esempio tra i più noti sono le famose "mappe" di Google http://maps.google.it/maps, che però non hanno una licenza d'uso libera: Google ne detiene i diritti e permette solo una consultazione "on line". Per far fronte a questo inconveniente è nata una comunità mondiale che si chiama OSM - Open Street Map http://openstreetmap.org/, il cui scopo è realizzare delle mappe con licenza libera: i dati geografici possono essere usati, copiati e rielaborati da chiunque, per qualsiasi uso, con l'unica condizione che i nuovi dati posseggano la stessa licenza libera.

In questo modo il patrimonio collettivo di dati geografici cresce nel tempo diventando sempre più ricco. Il principio è quello che ha dato vita a Wikipedia, l'enciclopedia mondiale a cui tutti possono partecipare, creando ed elaborando i contenuti: un bene comune che cresce grazie al contributo di migliaia di persone. Con la stessa filosofia è nato il sistema operativo Linux: grazie all'opera incessante di migliaia di programmatori sparsi per tutto il pianeta, questo sistema operativo è stato continuamente perfezionato ed oggi è paragonabile, per prestazioni ed affidabilità, al sistema operativo più diffuso "Windows" di Microsoft.
Con la "piccola" differenza che quest'ultimo è un software commerciale che detiene il monopolio mondiale e che ci viene fatto pagare a caro prezzo, addirittura già installato sul pc, mentre Linux ha una licenza libera.

Riguardo ai dati geografici, la comunità Open Street Map sta lentamente creando un sistema di mappe libere partendo da zero. Chiunque, dotato di un ricevitore satellitare (GPS), può mappare il territorio a piedi, in bici o in auto, e contribuire alla creazione di una mappa di dati geografici a disposizione della collettività, creare delle mappe personalizzate per gli escursionisti o per chi va in bici. Oppure, più semplicemente e anche senza disporre di alcuna strumentazione, correggere eventuali errori o aggiungere nuove informazioni, per esempio alla toponomastica, o rielaborare fotografie aeree di uso libero. Ogni persona cioè contribuisce, chi più chi meno, a costruire ed integrare il progetto nel suo complesso: sempre con l'obiettivo di creare un bene pubblico che può essere utilizzato liberamente, anche per fini commerciali. Il risultato di quest'opera certosina è non di rado migliore dei prodotti commerciali, che tendono a privilegiare determinate zone geografiche. In Germania e in Gran Bretagna ad esempio, dove la comunità OSM è molto attiva, la qualità e il dettaglio di certe mappe superano di gran lunga quelle prodotte da aziende private.

Anche nel Trentino un piccolo gruppo di appassionati (http://www.openstreetmap.it/trentino) sta "mappando" lentamente il territorio, ma il lavoro da fare, dovendo partire da zero, è enorme. La Provincia Autonoma di Trento dispone di un completo sistema cartografico (con il territorio mappato anche in 3d ad alta risoluzione), che però è protetto da copyright ed utilizzabile solo in minima parte dal pubblico per la consultazione sul web. Poiché il sistema cartografico è stato realizzato con i soldi dei contribuenti, questo dovrebbe essere reso pubblico e utilizzabile liberamente dalla collettività, così come si rendono accessibili biblioteche e musei.

Tra l'altro questo può favorire uno sviluppo anche economico del settore, perché le informazioni producono valore se sono fatte circolare e non tenute chiuse in un armadio. Perciò la richiesta delle associazioni sottoscritte, sostenuta dalle firme di privati cittadini, è di rendere "liberi" i dati cartografici della Provincia Autonoma di Trento con licenza "Creative Commons CC-BY-SA" http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/deed.it .

Questi dati possono essere integrati nel patrimonio di Open Street Map e resi disponibili per gli utilizzi più disparati: per studio e ricerca, per realizzare mappe personalizzate, ad uso turistico, escursionistico, ciclabile, mappe tematiche che possono riguardare natura, arte, storia, cultura, eccetera. Anche in questo settore il Trentino può essere all'avanguardia ed un esempio per altre amministrazioni pubbliche: perché il valore della conoscenza è tanto più grande quanto essa è più diffusa.

Progetto Open Street Map
http://openstreetmap.org/ http://wiki.openstreetmap.org/index.php/WikiProject_Italy

Open Street Map Trentino
http://www.openstreetmap.it/trentino

Esempio di mappatura OSM delle piste ciclabili trentine http://www.openstreetmap.org/?lat=46.166&lon=11.311&zoom=11&layers=00BFTF

Esempio di mappa della Val di Fiemme http://www.lenz-online.de/cgi-bin/osm/osmpoinit.pl?lat=46.2471&lon=11.4753&zoom=13&layers=B00FTF

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva