Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
2
Notizie di montagna / Re:Basta con gli sprovveduti in montagna!
« Ultimo post da kobang il 11/08/2022 17:15 »
E così il quadretto è completo.A fine estate ne avremo da aprirci una galleria d'arte ......
3
Notizie di montagna / Re:Basta con gli sprovveduti in montagna!
« Ultimo post da pianmasan il 11/08/2022 15:00 »
La foto del "difficilissimo" passaggio franato che ha bloccato la comitiva di imbecilli è emblematica del tipo di gente che ci troviamo  in giro
Al di là della considerazione che dopo il temporalone (la cosiddetta bomba d'acqua) dei giorni precedenti, un'informazione sullo stato del sentiero era almeno auspicabile se non doverosa, concordo con l'amico Kobang sulla difficoltà del passaggio mostrato nelle foto.agli escursionisti soccorsi (che, se non sbaglio, provenivano dal Ciampàc, dove erano saliti in funivia).
4
Notizie di montagna / Re:Basta con gli sprovveduti in montagna!
« Ultimo post da kobang il 11/08/2022 13:56 »
Prabolin,siamo in totale sintonia!
Le associazioni turistiche,i vari operatori di montagna,i venditori di pacchetti vacanze sono gli sponsor del turismo di massa in montagna.Si opporranno in tutti i modi ad un ritorno alla frequentazione consapevole e a qualsiasi misura dissuasiva nei confronti di questa massa di beoti.
Il lucro è loro,le rogne agli altri.
Quantomeno imporre a questi operatori un contributo fisso annuale per coprire almeno in parte le spese dei soccorsi.
La foto del "difficilissimo" passaggio franato che ha bloccato la comitiva di imbecilli è emblematica del tipo di gente che ci troviamo  in giro
5
Notizie di montagna / Re:Basta con gli sprovveduti in montagna!
« Ultimo post da prabolin il 10/08/2022 23:34 »
Sono consapevole di ciò che scriverò tra poco, ma è incredibile come la leggerezza e la supponenza di certe persone produca sempre più spesso sitauzioni simili; il decalogo stilato pocanzi in dieci punti nient'altro è che un condensato di BUON senso che dovrebbe albergare in ogni cranio dotato di un minimo di intelligenza, per cui invoco un sano ritorno alla selezione naturale. Metto di mezzo pure me stesso che nelle occasioni ove stupidamente ho valutato male le circostanze, per vergogna e per il rispetto del prossimo, ho fatto di tutto per cavarmela da solo. Impegnare il soccorso alpino per interventi simili non solo dovrebbe comportare una consistente multa ma anche altro che non posso qui scrivere pena l'essere bannato.
D'inverno ho assistito infinite volte ad interventi sulle piste da parte della polizia di soccorso con la motoslitta per recuperare deficienti che una volta sbarcati dagli impianti non erano più in grado di continuare la discesa a valle, su di una pista nera magari, per manifesta incapacità distraendo preziose risorse ove magari il bisogno era impellente.

r
7
Non ricordo se questa risorsa è già stata pubblicata qui.
Probabilmente altri di noi la conoscono,ma latrovo utile ed interessante per cui ripropongo il link
https://trentinoxp.it/info%20su/index.html
9
Notizie di montagna / Re:Basta con gli sprovveduti in montagna!
« Ultimo post da prabolin il 05/08/2022 23:27 »
...ma, in cima che cosa c'è? c'è un centro commerciale? perchè, sa, io faccio il giro del "lago bombasel", ma mia moglie non cammina e ad aspettarmi si annoia...

estate 2018, cavalese, dosso larici.

r
10
Notizie di montagna / Re:Basta con gli sprovveduti in montagna!
« Ultimo post da kobang il 05/08/2022 14:32 »
Come già detto ,Agh, rilanciare la notizia aveva solo lo scopo di suscitare delle riflessioni.Penso anche io che sia solo una provocazione!Altrimenti qualunque imbecille coi soldi potrebbe accedere e uno preparato e consapevole,ma senza denaro,no.Il tema vero è che bisogna smettere di offrire la esperienza in montagna come normale bene di consumo,accessibile a tutti!
Chiaro che serve formazione,ma il frequentatore occasionale non ci pensa neppure a seguire un corso o ad andare con accompagnatore o guida.
Ormai è palese che gran parte dei soccorsi sono per gente che doveva essere ovunque meno che in montagna.
Per me allora è necessario almeno porre a carico di questa massa di cretini tutti i costi degli interventi e sanzioni serie se beccati in giro senza le dotazioni indispensabili.
Poi rimane il tema delle responsabilità che spesso vanno in conto agli amministratori locali.Il messaggio di quel sindaco francese forse mette in evidenza anche questo aspetto.Se sei titolare di una infrastruttura che crea il danno (funivia,rifugio, via attrezzata non ben mantenuta ecc) la ricerca della responsabilità ha un senso,ma il crollo di un seracco,la slavina,la scarica di sassi,la meteo avversa ,la mancanza di attrezzatura idonea ,il trovarsi impreparati fisicamente e/o mentalmente,a chi vogliamo imputarle?
Certo è che certi slogan tipo "la montagna per tutti" , i rifugi che si ripropongono come locali di svago e ristoranti con tanto di chef,gli accessi sempre più banalizzati con strade,navette,impianti hanno prodotto l'ovvio risultato di trasformare le montagne nel triste carosello attuale,frequentate dalla stessa "fauna" che popola le  riviere,i centri commerciali,i parchi avventura,gli outlets e via dicendo e che non ha mai pensato di crearsi una "cultura" da escursionista.
Pagine: [1] 2 3 ... 10