Autore Topic: L'anello lungo del parco Aveto, tra Ventarola e il Ramaceto  (Letto 4306 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Locontim

  • Full Member
  • ***
  • Post: 196
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: genova
L'anello lungo del parco Aveto, tra Ventarola e il Ramaceto


Innanzitutto, se volete, alcuni scatti singoli:

http://www.cralgalliera.altervista.org/2005C1InizioPercorso.jpg
http://www.cralgalliera.altervista.org/2005C2Panorama.jpg
http://www.cralgalliera.altervista.org/2005C3CrestaRamaceto.jpg
http://www.cralgalliera.altervista.org/2005C4CrestaRamacetoNebbia.jpg
http://www.cralgalliera.altervista.org/2005C5RamacetoNebbia.jpg
http://www.cralgalliera.altervista.org/2005C6GuadiContinui.jpg
http://www.cralgalliera.altervista.org/altre2020.htm

e pure il file pdf, con un po' di info aggiuntive:
http://www.cralgalliera.altervista.org/Ramaceto020.pdf

http://www.cralgalliera.altervista.org/altre2020.htm

Precedenti visite in zona:
http://www.cralgalliera.altervista.org/Ramaceto015.pdf
http://www.cralgalliera.altervista.org/AnelloRamacetodaPassoRomaggi013.pdf

NB: in caso di gita, verificare, sempre, con FIE, Cai, eventuale Ente parco o altre Istituzioni, pro loco, ecc., che non ci siano state variazioni che abbiano aumentato le difficoltà! Si declina ogni responsabilità. Il presente testo ha solo carattere puramente indicativo e non esaustivo.


Il resoconto

Dopo oltre due mesi di stop...si è ripartiti. Erano possibili diverse varianti, ma si è finiti per fare il circuito completo.
Al termine, un po' affaticati, come è normale che sia...
In sintesi: 550 mt di dislivello, 5h30 tot., diff. E, discreta giornata con temperature accettabili.
Sicuramente non era la gita più facile per ripartire, ma varia, bella e con tanti molteplici interessi, quindi quella giusta. Al mattino, dopo aver preso l’uscita autostradale a Lavagna, è d’obbligo una sosta per la colazione per fare la benzina, presso il distributore annesso al centro commerciale Ipercoop, a prezzi competitivi. Dopo, si risale la Val d'Aveto, prestando molta attenzione (e quindi ad un velocità più ridotta) a causa dei tantissimi ciclisti che ingombrano la ridotta carreggiata (pericoloso perchè parecchie volte non rispettano la fila indiana!). All'altezza di Parazzuolo, si svolta a sinistra per Ventarola e, dopo un paio di km, appare il piccolo borgo (845 m) dove parcheggiare (non tantissimi i posti auto). Si cammina portando la mascherina sul mento. Quando incontriamo qualcuno (e a volte sono pure in gruppetti quasi numerosi) tiriamo su la protezione, ma siamo un po' contrariati... in tutta la giornata non vediamo anima viva che adotta le stesse nostre elementari misure di sicurezza! Nessuno porta nulla... per intenderci… Dopo aver preso l'Alta Via (passo Crocetta 927 m), ci si distrae su un larga sterrata nel bosco e quindi poi bisogna tornare indietro per recuperare la giusta strada… La salita tra i faggi è faticosa ma pure la cresta del monte (1277 m), una volta raggiunta, non è banale, perché, prima di arrivare, è necessario affrontare tutta una serie di saliscendi (un po' di attenzione)… Poco prima della cappelletta del Ramaceto, c’è una radura con dei enormi massi dove fare la pausa pranzo (2h30). Meglio così, la meta (1318 m), a meno di dieci minuti, è con diversi assembramenti che bivaccano… Intanto, rimonta la nebbia e la cosa assume contorni particolari. Si scende, poi, alla Bocca di Feia (1131 m); qui ci sarebbe un primo punto di ritorno, ma visto che le forze assistono e che la faggeta più avanti pare sia spettacolare, si continua lungo il crinale... Effettivamente, merita! Dal passo Ventarola Nord (1004 m), si lascia l'Alta Via per piegare a destra finendo, praticamente dentro l'alveo di un torrente, l'acqua c'è, ma per fortuna non è abbondantissima... diversamente, sarebbe un guaio! Infatti i simboli sbiaditi continuano, letteralmente, a saltare da una sponda all'altra... Non si sono contati, ma saranno stati almeno... una ventina di guadi! Si riescono a fare senza bagnarsi ma si procede lentamente. Al termine, il sentiero diventa ampio e rientra a Ventarola (3h). Si, è stata proprio una piccola soddisfacente avventura!

ciao
Maurizio

Offline southernman

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.198
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Dolo
Questo post mi riporta all'infanzia. Ho trascorso tutte le estati di infanzia ed adolescenza un periodo più o meno lungo a Prati di Mezzanego, e sul ponte davanti casa c'era (forse c'è ancora) l'indicazione "Monte Ramaceto 4:30" Era un mio desiderio, che non ho mai soddisfatto, ma ho fatto varie passeggiate nei boschi intorno, nella val d'Aveto ed intorno al Bocco.

Offline Locontim

  • Full Member
  • ***
  • Post: 196
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: genova
Penso di si
una volta arrivati sulla cresta del Ramaceto abbiamo appunto incrociato proprio quel sentiero..

Offline giesse59

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 358
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Migliarino Pisano (PI)
Ho fatto questo giro con la famiglia lo scorso 22 luglio, con la sola differenza che come il punto di partenza e arrivo è stato il Passo della crocetta.

Simpatica la cresta del Ramaceto con la fitta faggeta sul lato nord e il ripido e spoglio versante sud. Grazioso il microborgo di Ventarola. Davvero particolare la discesa nell'alveo del torrente.

Peccato per la scarsa visibilità, le nubi marittime in risalita ci hanno disturbato tutto il giorno.

 

 

Offline giesse59

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 358
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Migliarino Pisano (PI)
altre imagini