TRENTINO > Sviluppo

Bivacchi e vacanzieri a sbafo

(1/3) > >>

AGH:
Sulla Translagorai divampa la polemica, mentre il gruppo ha raggiunto i 14.000 iscritti.
Uno dei temi sarebbe la difficoltà di gestione dei bivacchi.

Sembra che ci siano vari problemi, tra i più citati:

1) l'impatto ambientale di chi caca nei dintorni del bivacco
2) chi consuma quantità enormi di legna, portata su dai volontari, magari col costoso eliccottero
3) quelli che si fanno le vacanza in bivacco agratis

Mi interessa più la terza questione. Voi come l'affrontereste? (ammesso sia realmente un problema e non una scusa)
Io avrei immaginato una specie di macchinetta che rilascia un biglietto con la data e ora di arrivo. Se a un controllo la permanenza supera 24 ore, scatta la multa

Per la legna: portare in loco solo tronchi interi. Chi ha bisogna di legna SE LA TAGLIA sul zocco con l'accetta, così vede quanta fatica costa
Altre idee?
Che ne pensate?

baizox:
"Per la legna: portare in loco solo tronchi interi. Chi ha bisogna di legna SE LA TAGLIA sul zocco con l'accetta, così vede quanta fatica costa
Altre idee?
Che ne pensate?"

LOL, sei un grande, come ti vengono certe idee?
Sono perfettamente d'accordo se non che il bivacco può servire anche per emergenze e doversi mettere li a spaccare legna se sei in difficolta non mi sembra il massimo

Inviato dal mio SM-A500FU utilizzando Tapatalk

L:



--- Citazione da: AGH - 08/10/2018 14:59 ---Sulla Translagorai divampa la polemica, mentre il gruppo ha raggiunto i 14.000 iscritti.
Uno dei temi sarebbe la difficoltà di gestione dei bivacchi.

Sembra che ci siano vari problemi, tra i più citati:

1) l'impatto ambientale di chi caca nei dintorni del bivacco
2) chi consuma quantità enormi di legna, portata su dai volontari, magari col costoso eliccottero
3) quelli che si fanno le vacanza in bivacco agratis

--- Termina citazione ---

C'è anche la cassetta per le offerte.

kobang:
Ottima risorsa per chi ha bisogno di spiccioli.....(!)
Più gente si porta in montagna,più aumenta la possibilità  che arrivino anche i marani (furfanti).
Quello della legna disponibile è spesso un problema e qui bisogna rassegnarci a sperare nell'etica dei frequentatori.
Alcuni sostengono che sia doveroso portare la legna solo se si intende adoperarla.
Personalmente credo che se ognuno si caricasse di un paio zochetti sarebbe meglio:oggi serve a te,magari domani a me.....
Il bivacco è ,per sua definizione,una struttura di "emergenza" e di appoggio;non manca chi approfitta per usarlo come alloggio vacanze e qui la sorveglianza la possono fare solo i volontari della sezione,o altra associazione,che lo gestisce.

Daniele:
Con la tassa di soggiorno che si paga negli hotel credo si potrebbe prevedere di reperire le risorse per rifornire i bivacchi di legna.
Poi, visto che si vuole campo telefonico ovunque si potrebbe prevedere di far registrare ogni utente che arriva entro un determinato orario (se arrivo alle 15 non è emergenza .. Ci andrebbe un po' di elettronica (apro la porta e se non mi registro sono passibile di multa se mi trovo all'interno non registrato)e si potrebbe anche prevedere un pagamento (minimo ovviamente, in relazione alle spese di gestione del bivacco) da effettuarsi in seguito però per ovviare al problema furti.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva