Autore Topic: Bel giro in Valsugana in MTB  (Letto 1716 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Bel giro in Valsugana in MTB
« il: 17/05/2020 20:40 »
E' dall'anno scorso che ho ripreso ad andare in bicicletta, mtb rigorosamente muscolare, dopo moltissimi anni anche se uso regolarmente una city bike qui in città in tutte le stagioni. Ho ripreso, come dicevo, un po' a causa dopo il disastro di Vaia, un po' anche per variare, un po' perché in questo periodo la presenza di neve in quota è ancora non indifferente. Devo dire che nel limite del possibile cerco sempre di evitare strade importanti sia per la sicurezza personale sia perchè ho notato che, soprattutto nelle salite, un auto o una moto quando mi sorpassano sia il rumore che il doversi respirare i gas di scarico sotto sforzo non è proprio il top, ma il rumore stressa parecchio, quindi di norma cerco sempre di evitare il più possibile strade frequentate.
Partenza nei pressi del Parco di Melta a Trento nord, mi dirigo attraversando la città ed il centro storico al Parco di Gocciadoro a Trento sud, giusto per scaldarmi un po', ci sarebbe una direttissima da Melta per Martignano soprannominato il "piccolo Mortirolo", un nome che già la dice tutta....   Quindi appena entrato dal lato sud del parco e fatto pochi metri svolto a dx passando sopra un ponte e subito ripida salita e poi ancora salita ripida asfaltata ed attraverso dei campi che porta a Gabbiolo, da li scendo a Povo e poi a Ponte Alto dove salgo a Cognola quindi Tavernaro ed al tornante bivio per Civezzano, strada del Forte, dove arrivo al Centro Commerciale Centro Europa, proseguo per Cirè su ciclabile quindi a Pergine Valsugana. Tempo discreto, molto variabile, volevo una giornata così, non troppo calda anzi sul fresco. Arrivato a Pergine al Ristorante Al Ponte imbocco la stradina sterrata che costeggia il torrente Fersina fino al secondo ponte dove mi dirigo svoltando prima a dx e poi subito a sx verso il castello di Pergine.

 

Breve strappo che costeggia il parco Tre Castagni  e tenendomi sempre sulla dx salgo un po' senza raggiungere il castello, fino al suddetto un po' di sterrato e comunque in ombra, quindi breve discesa verso Loc. Masetti e poi verso Pozza, Ischia  e brevissima salita per poi ridiscendere rapidamente verso Loc. Visintainer, dove con strappo sostenuto ed attraversando una volta in cima la vecchia strada tra Pergine e Levico  inforco subito la stradina che sale al Forte del Colle delle Benne quasi tutta sterrata e per buona parte in ombra in un bel boschetto.


Lago di Levico e Vigolana tra le nubi.


Al Forte Colle delle Benne.





Quindi bella discesa sempre su sterrato a Levico da qui ciclabile verso il Lido poi a sx verso la provinciale in direzione Caldonazzo, sempre lungo la ciclabile attraverso i campi.


Scendendo a Levico, scorcio sul lago con sullo sfondo il Piz de Levec o Cima Vezzena.

Giunto a Caldonazzo all'altezza del palazzo del Comune bivio per le Fonte Ferruginose e qui inizia una lunga salita prima sull'asfalto e poi su sterrato fino a Campregheri, poco sopra Vattaro, comunque riparata dal bosco, dettaglio non trascurabile. Da Campregheri discesa sterrata per Vattaro, altra discesa asfaltata per la Loc. Mandola e strappo per Bosentino, ora sono sull'altro versante della vallata, quindi con lungo traversone e con diversi mangia e bevi, su e giù, sali e scendi che in tutto il giro sono una costante fissa, molti e variegati, arrivo dopo lunga discesa a Santa Caterina . da li poi a  Valcanover, riprendo la ciclabile in direzione di Pergine superando Canale.


La Vigolana appena prima di Bosentino.


Dal lungo traversone con balcone sulla vallata, lago di Caldonazzo.


Vista sulla Panarotta.



Da Pergine verso Cirè e quindi Civezzano, con l'ultimo strappo per Tavernaro, quindi bella discesa verso la città. Bel giro, si può accorciare ma anche allungare ;D... Partendo da Pergine e già più morbido oppure una volta a Vattaro scendere in città direttamente dalla Fricca.


71 km, D+ 950m, secondo me in difetto.

« Ultima modifica: 17/05/2020 20:45 da Alex Bear »
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline kobang

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.632
Re:Bel giro in Valsugana in MTB
« Risposta #1 il: 17/05/2020 22:15 »
Cavolo che pedalata!Gran bel giro che conosco bene nella zona Valsuganotta,mentre non ho mai valicato verso TN.
Di sicuro questa giostra dell'epidemia non ti ha tolto né fiato né gambe.
Io la muscolare invece la ho abbandonata:più pedalavo e meno rendevo in scialpinismo....misteri della dinamica muscolare!
Ora vado in E-MTb solo quando non c'è proprio altro di meglio da fare fare.

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:Bel giro in Valsugana in MTB
« Risposta #2 il: 17/05/2020 22:27 »
Cavolo che pedalata!Gran bel giro che conosco bene nella zona Valsuganotta,mentre non ho mai valicato verso TN.
Di sicuro questa giostra dell'epidemia non ti ha tolto né fiato né gambe.
Io la muscolare invece la ho abbandonata:più pedalavo e meno rendevo in scialpinismo....misteri della dinamica muscolare!
Ora vado in E-MTb solo quando non c'è proprio altro di meglio da fare fare.

Si è un bel giro, grazie, mah...sono anch'io fuori allenamento a dire il vero e non per fare il modesto, anzi, è la verità. Fin che posso muscolare poi un domani si vedrà, capisco molto di più te che hai qualche anno più di me che dei ragazzi giovani, riguardo l'uso dell'e-bike, poi per carità ognuno fa ciò che crede, ci mancherebbe. Con la e-bike ti vedo benissimo a farlo, poi essendo già in valle è sicuramente più breve e meno dispendioso, per me già partendo dalla città arrivare a Pergine via Civezzano è già una bella sudata! Tutta salute però! :)
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.603
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Bel giro in Valsugana in MTB
« Risposta #3 il: 18/05/2020 09:34 »
Complimenti! Io la bici proprio non riesco a farmela piacere, da sempre :( Ho preso un mtb "marzone" da 600 euro anni fa, ma più che brevi tratti in ciclabile ogni tanto, sempre più raramente, non riesco a fare. Il male al culo mi uccide. In pianura non vado tanto male ma le salite mi stroncano, vado in crisi anche su un banale cavalcavia...  ;D

Offline Alex Bear

  • vif
  • *****
  • Post: 945
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Trento
Re:Bel giro in Valsugana in MTB
« Risposta #4 il: 18/05/2020 13:29 »
Complimenti! Io la bici proprio non riesco a farmela piacere, da sempre :( Ho preso un mtb "marzone" da 600 euro anni fa, ma più che brevi tratti in ciclabile ogni tanto, sempre più raramente, non riesco a fare. Il male al culo mi uccide. In pianura non vado tanto male ma le salite mi stroncano, vado in crisi anche su un banale cavalcavia...  ;D

In ciclabile mi stufo velocemente, la trovo noiosa, almeno qui in città ma ti capisco comunque, certo bisogna andare con gradualità e forzare ogni tanto, almeno le prime volte. In Calisio, per esempio, c'è da sbizzarrirsi e sul male alle chiappette all'inizio è normale poi a forza di andare passa  :)
I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.