Autore Topic: Cornetto di Folgaria - Becco di Filadonna e Bivacco Vigolana  (Letto 6011 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
15 giugno 2012

Mi sono preso un paio di giorni di ferie, per me. Per fare le cose che mi piacciono... come ad esempio andare in montagna. ;D
Arso dal desiderio di solitudine e tranquillità decido di trascorrere i miei due giorni in solitudine; immagino che il posto migliore sia un bivacco, che confidando in un po' di fortuna mi può regalare la pace sognata.

Decido così di intraprendere un giro verso la meta tentata in gennaio, ma non completata a causa della troppa neve... qui il link:
http://girovagandoinmontagna.com/forums/index.php?topic=5220.msg71641#lastPost

So che è un giro per molti di voi banale oppure decisamente conosciuto ma per me sono posti inediti ed ho voluto colmare questa mia lacuna dedicandovi un paio di giorni (e dedicandoli a me stesso)

Raggiungo in macchina lo chalet ad un'ora per me impossibile; sono quasi le dieci ::)  ::) ed il caldo è davvero insopportabile (ma perchè ho sempre questo sonno al mattino ??? ??? ) al passo sommo (poco sopra Folgaria) e mi addentro per il sentiero che sta dall'altra parte della strada (segnavia 451). Inizialmente nel bosco, il sentiero prosegue poi su prati verdissimi ed irti per raggiungere piano piano la cima del Cornetto.
Seppur raggiunta con i miei tempi,  :P la cima del cornetto offre davvero un'incredibile visuale quasi a 360 gradi su tutta la zona circostante; mi proteggo come posso dal sole violento e dopo una breve pausa ristoratrice mi decido ad avviarmi sul sentiero che prosegue in direzione del Becco di Filadonna. Stavolta neve non ce n'è e finalmente non c'è niente che mi fermi nel proseguire sul sentiero.


Imbocco così il comodo sentiero 425 che prosegue quasi pianeggiante oltrepassando le alture della seconda e terza cima in mezzo ai mughi fino ad arrivare e superare il punto dove mi ero infossato qualche mese fa. Mi fermo a contemplare quel punto e mi rendo conto di aver fatto bene a decidere di tornare indietro, in quanto la neve copriva dei piccoli crepacci nelle rocce assolutamente invisibili ma che sarebbero potuti risultare pericolosi per una slogatura o peggio.

Superato questo punto, inizia la salita verso il Becco di Filadonna. Alla cima la croce mi da il benvenuto e mi lascia scorgere in lontananza la mia meta: il bivacco della Vigolana che col suo colore rosso acceso spicca tra le rocce posizionato su uno sperone roccioso.
Mi fermo diversi minuti a fare foto e contemplare il bellissimo panorama sulla Valsugana e tutto intorno quando alle mie spalle, nel punto più in alto del Becco scorgo un'altra piccola croce realizzata in marmo.
Superati due salti di roccia la raggiungo e scatto anche qui alcune foto ed il pensiero va alla memoria dell'escursionista caduto a cui è dedicata questa croce.

Dopo essermi riempito cuore, anima ed occhi degli enormi paesaggi che mi circondano, decido a malincuore di proseguire verso il bivacco che mi ospiterà per la notte, sperando di essere solo poichè è quello che cerco. Un momento di tranquillità distaccato dal mondo.
Mi accorgo, lasciata la vetta del Becco di Filadonna che le poche persone incontrate fino a qui non procedono sul mio sentiero bensì su altre strade lasciandomi ben sperare. Scendo quindi con il sentiero 450 fino alla Bocca di Val Larga dove il sentiero si dirama diventando 425 che si sporge a Nord permettendomi di raggiungere il Bivacco in poco tempo.

L'ultimo tratto del 425 è decisamente esposto e c'è il concreto rischio di cadere di sotto.
Il tratto più verticale è dotato di un cordino che aiuta non poco nella discesa (o salita del giorno dopo).

Giunto al bivacco noto con enorme gioia che è chiuso dall'esterno - ad indicare che è fortunatamente deserto.
Il bivacco è decisamente accogliente; dotato di stufetta, con 6 posti letto disposti a castello ed un grande tavolo e sgabelli. Sui ripiani circostanti vi è un po' di tutto e due grandi finestre inondano di luce il caldo ambiente ricoperto di perline.

Mi accomodo ed inizio a guardarmi in giro entusiasta della mia piccola avventura e della solitudine ottenuta, penso al tramonto ed all'alba che mi aspettano e gioisco nel leggere alcune pagine del libro che mi sono portato. Tutto è fantastico.   :D
Non mi dilungo sulle emozioni provate per non risultare noioso, ma mi prendo un po' di tempo la sera, aspettando il tramonto per dedicarmi alla riflessione.

La semplice cena mi sembra un pasto a 5 stelle in quel posto ed il tramonto tardivo mi lascia decisamente a bocca aperta. Sceso il sole, tutta la vallata piomba nel buio quasi totale non fosse per le luci delle città giù, in lontananza.
La sveglia alle 3.45 mi coglie nel bel mezzo del sonno profondo e faccio non poca fatica a tirarmi fuori dal calduccio delle coperte e del sacco a pelo ma un'alba meravigliosa dopo più di un'ora mi fa sinceramente emozionare di quanto meravigliosi siano i posti che ci circondano.
Una volta spuntato il sole, ogni cosa è immersa nell'intensa luce così decido di tornare a dormire ancora un pochino svanita la magia del momento.
Più tardi mi alzerò per fare colazione e ritornare a casa in mezzo alla (in)civiltà, sullo stesso percorso fatto il giorno prima.

Che schifo quando tornando in prossimità del bosco appena sopra lo chalet trovo un raduno di moto da trial che inquinano e disturbano me e chi come me ama la pace e il canto degli uccellini nel bosco. :o

A breve alcune foto
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
"alcune" foto...  ;D
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
ancora foto...
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
foto...
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
foto...
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
quasi ultimne...
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
ultime...
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline Oma

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.495
  • Sesso: Femmina
Ciao Daniele! Molto bello il tuo racconto  :) Complimenti per il giro e anche per le belle foto!  :D

Offline edel

  • vif
  • *****
  • Post: 2.022
  • Sesso: Femmina
  • località di residenza: Vicenza
Complimenti per l'escursione, per il  bellissimo racconto e le foto davvero splendide!   :D
Bravo!  ;)

Offline Alan

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.888
  • Sesso: Maschio
  • località di residenza: Caden
Hai visto accanto al bivacco che ce una via alpinistica con la croce in cima? è di quella che parlavi?

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.603
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Cornetto di Folgaria - Becco di Filadonna e Bivacco Vigolana
« Risposta #10 il: 04/07/2012 21:08 »
ultime...

bellissime foto bravo!!! E ache bel giro, un classico in Vigolana. Ho trascorso alcune nottate al bivacco anni fa, tra estive e invernali, le ricordo sempre con piacere. Bellissimo osservare il tramonto e l'alba da quel nido d'aquila quasi sopra la città :)

PS: hai visto se c'è acqua alla sorgente vicino al bivacco?

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re:Cornetto di Folgaria - Becco di Filadonna e Bivacco Vigolana
« Risposta #11 il: 05/07/2012 09:15 »
Si, l'acqua scendeva copiosa dalle rocce... stile gocciolatoio a cielo aperto. Con le padelle presenti in bivacco sarebbe stato possibile raccoglierne alquanta, sarebbe bastato posizionarle la sera per averle piene al mattino.
Io non l'ho fatto in quanto acqua ne avevo a sufficienza ;D
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline danieled

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1.480
  • Sesso: Maschio
  • Daniele
Re:Cornetto di Folgaria - Becco di Filadonna e Bivacco Vigolana
« Risposta #12 il: 05/07/2012 09:22 »
Hai visto accanto al bivacco che ce una via alpinistica con la croce in cima? è di quella che parlavi?

no no, la croce, anzi LE croci che ho fotografato sono sulla cima del becco di Filadonna... sono a pochi metri l'una dall'altra! (si vedono entrambe nella foto 14)
Lì sopra al Bivacco c'è una madonnina ed arrivarci è una piccola impresa; è montata su un paletto così ognuno la può girare nella direzione del proprio paese
Non abbiamo ricevuto questo pianeta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli.

Offline AGH

  • Administrator
  • *****
  • Post: 20.603
  • Sesso: Maschio
  • AGH
  • località di residenza: Brusago (Altopiano di Piné)
Re:Cornetto di Folgaria - Becco di Filadonna e Bivacco Vigolana
« Risposta #13 il: 05/07/2012 09:47 »
Si, l'acqua scendeva copiosa dalle rocce... stile gocciolatoio a cielo aperto. Con le padelle presenti in bivacco sarebbe stato possibile raccoglierne alquanta, sarebbe bastato posizionarle la sera per averle piene al mattino.
Io non l'ho fatto in quanto acqua ne avevo a sufficienza ;D

di solito la sorgente ha una portata molto variabile (a volte è proprio secca)