Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Qui ho ricostruito con questa animazione 3D il tragitto del cannone

2
Avevo letto anch'io i vecchi post in cui si parlava del fantomatico sentiero sulla cresta nord-est di Cima Cece ed avevo letto sul altri siti alcune relazioni in cui si parlava di sbiaditi segni biancorossi che si perdevano nel nulla. Sono andato a rispolverare alcune vecchie carte che ho conservato per vedere se nel passato, oltre a quanto riporti la carta della Tabacco, altri lo avessero riportato.
In particolare in una vecchia carta della Geografica di Primiero del 1987 questo è quello che si trovava indicato





Essendo stata realizzata con la collaborazione della Sat di Predazzo è probabile che la vecchia via d'accesso allora fosse proprio quella e che poi con il tempo sia stata cancellata da crolli e frane. I segni sbiaditi che qualcuno aveva rinvenuto probabilmente risalgono ad almeno 35 anni fa.

In tempi più recenti, nella 4LAND (2014) non viene invece indicata alcuna via d'accesso per la Cima.



3
il sentiero 444 per Frisanchi è ufficialmente chiuso, ma si tratta di pochi metri che si possono aggirare stando dentro al canale
4
..... Qui il pendio è pieno di resti carbonizzati di mughi. Dev'essere di un vecchio incendio con una grande estensione a suo tempo.
.....
gennaio 2002
5
Resto_Italia / L'anello del lago di Viverone
« Ultimo post da Locontim il 12/11/2022 19:09 »
L'anello del lago di Viverone
Semplice passeggiata, solo un po’ lunga, che gira attorno al lago di Viverone con diversi tratti tra la vegetazione (è il terzo più grande del Piemonte, d'origine glaciale, a 230 metri d'altezza).
Dall’autostrada, si esce al casello di Santhia e la direzione, poi, è per Cavaglià e Ivrea fino a Viverone. Bisogna ignorare il primo cartello che invita a scendere a sinistra verso il lago e proseguire dritti. In zona, la maggior parte dei parcheggi sono a pagamento o gratuiti con disco orario. Una zona totalmente libera è accanto al distributore Tamoil. Vicino ci sono: bar, panificio, market, farmacia.
Si scende a piedi piegando poi a sinistra e seguendo una bellissima passeggiata che si sviluppa accanto all’acqua. La stessa termina da punta Becco…
In estrema sintesi. Dif. T,  16 km, 4h15, 150 mt disl.

Alcuni scatti singoli:
http://cralgalliera.altervista.org/IMG_0280LagoViverone.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/IMG_0307BorgoMasseria.jpg
http://cralgalliera.altervista.org/IMG_0368TramontoLagoViverone.jpg 
 
Oltre al solito file Pdf
http://cralgalliera.altervista.org/LagoViverone022.pdf 
 
http://www.cralgalliera.altervista.org/altre2022.htm   
http://www.cralgalliera.altervista.org/GitePiemonteCentroNordLombardiaOvest.htm   
 
Buen Camino
Maurizio



6
Il bivacco ha 8 posti. Io sono andato circa 2 settimane fa. Le regole covid non valgono più nei bivacchi.
7
Sul M.Piana/Piano sono stato qualche anno fa durante l'Alta Via 3 proprio salendo dal lago di Landro, ma essendo in giro a passo spedito non ho visto tutti gli aspetti che hai documentato nel report e per questo ti ringrazio. Mi sono perso tante cose.

In merito alla tua foto. Stesso cippo, ma del 1751, lungo il sentiero delle Creste del Bacchetton che sale dal Passo delle Fugazze in Pasubio fra vicentino e trentino.
Guardando le differenze la banda dello scudo in caso è rivolto verso l'alto, nell'altro verso il basso. Mentre il leone di S.Marco in quello del M.Piano ha una forma più antropomorfa.


Chissà se la diversa disposizione della banda nello stemma asburgico ha un significato. Si trovano in internet anche immagini del cippo sui Castelloni.
Mi ero interessato sulla storia di questi cippi (quelli in Ampezzo) e affascinato dalla tentazione di cercarli; così mi son imbattuto in un libro dove l'autore, partendo da carte e documentazione dell'epoca con informazioni molto "alla buona" sulla loro collocazione, era riuscito a scovarli pressochè tutti e a mapparli (mappa di cui mi son fatto fotocopia appositamente per "riscoprirli all'abbisogna..."): in alcuni casi, furono da lui ritrovati facilmente, in altri, dopo estenuanti ricerche e fatiche tra mughi, frane ed indicazioni approssimative. In particolare, uno, facilmente rinvenibile alla base delle Pale di Misurina, era stato "castrato" delle due effigi, da qualche collezionista per bene; un altro era stato ritrovato, intero, sul greto del fiume Ansiei, portato evidentemente da qualche poderoso smottamento... L'uscita in ambiente legata alla riscoperta di tracce storiche è un connubio di soddisfazione immensa.
8
Sarei sceso, ma era buio e non ci fidavamo a fare i primi tratti con la notte. In compenso come ricordino mi sono portato a casa il covid   :-[

accidenti :( Ma quandi hai fatto l'escursione? Quanti posti letto ci sono al bivacco, panche a parte? Le regole covid non valgono più nei bivacchi?

9
Eravamo quasi al completo. Credo che 1/2 persone ancora ci stavano sulle panche.
A sentire altri escursionisti, il sabato precedente c'erano stati in 19!
D'altronde il bivacco è bello, la posizione pure e la faticata prospettata evidentemente non scoraggia le persone a salire.
Con le esperienze di bivacco che ho, mi pare che ultimamente siano più frequentati, almeno rispetto a solo 5 anni fa.

Sarei sceso, ma era buio e non ci fidavamo a fare i primi tratti con la notte. In compenso come ricordino mi sono portato a casa il covid   :-[
10
Veneto / Re:[DOLOMITI D'AMPEZZO] - Monte Piano - escursione bellica
« Ultimo post da jegger il 09/11/2022 17:00 »
Sul M.Piana/Piano sono stato qualche anno fa durante l'Alta Via 3 proprio salendo dal lago di Landro, ma essendo in giro a passo spedito non ho visto tutti gli aspetti che hai documentato nel report e per questo ti ringrazio. Mi sono perso tante cose.

In merito alla tua foto. Stesso cippo, ma del 1751, lungo il sentiero delle Creste del Bacchetton che sale dal Passo delle Fugazze in Pasubio fra vicentino e trentino.
Guardando le differenze la banda dello scudo in caso è rivolto verso l'alto, nell'altro verso il basso. Mentre il leone di S.Marco in quello del M.Piano ha una forma più antropomorfa.



So che ce n'è un altro in zona Castelloni di S.Marco proprio a picco sulla Valsugana. Sarebbe bello sapere dove sono gli altri e censirli.

Pagine: [1] 2 3 ... 10