Chat with us, powered by LiveChat

Girovagandoblog

Escursioni in Trentino – il blog del forum girovagandoinmontagna.it

Baito Bambesta, splendido bivacco nel Lagorai

| 2 commenti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
bec_slavaci-6584

Baito Bambesta in Lagorai

Nella recente escursione al Beco dei Slavaci ho avuto modo di “scoprire” questa nuova bellissima struttura: il Baito Bambesta a 1645 metri di quota. Si trova nel Lagorai settentrionale, versante val di Fiemme sopra Ziano, l’accesso è lungo la strada che conduce in Val Sadole, con un bivio a quota 1290. La struttura è opera dell’Associazione sportiva Cauriol, che in tre anni di lavoro ha ristrutturato una vecchia baita fatiscente. La qualità del lavoro, opera di una trentina di volontari, è davvero eccezionale. Il baito dispone di tavolone, stufa-cucina, credenza completa di pentole e stoviglie, legnaia ben fornita, luce elettrica grazie ad un pannello solare esterno. Unica pecca è la mancanza di brande per dormire, poiché il pernotto è purtroppo vietato. Una scelta discutibile, ma comunque va lodata l’iniziativa che ha arricchito la disponiblità di un bellissimo punto di appoggio in una zona del Lagorai davvero affascinante. Va segnalato che comunque esiste più a monte un altro splendido bivacco sempre aperto, il Baito Slavaci m 1955, nel quale è possibile peronattare.

bec_slavaci-6571

Baito Bambesta durante la ristrutturazione dei volontari di Ziano

Autore: Agh

Content manager portali turismo e montagna, fotografo, cameraman

2 commenti

  1. Pingback: Bivacco Slavaci | gim

  2. buongiorno Agh
    complimenti per i giri in montagna messi in rete seguendo i quali faccio anch’io qualche giro.
    Ieri sono salito sul castel delle Aie da passo Sadole e sono sceso dalla dorsale del Mandriccione (passando sotto ad ovest del passaggio difficile delle cimotte rognose).
    Purtroppo scendendo dal becco degli slavazi non ho trovato il baito degli slavazi pur facendo diversi giri nel bosco.
    Chiedo se possibile di avere precise indicazioni come raggiungerlo da malga Sadole o rifugio Cauriol
    Grazie
    Lorenzo

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.