Girovagandoblog

Escursioni in Trentino – il blog del forum girovagandoinmontagna.it

Quando il frontline dell’ufficio turistico non capisce una mazza (e banna addirittura il cliente!)

| 7 commenti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Ferrata dei Campanili sul Latemar

Ferrata dei Campanili sul Latemar

In una recente (bellissima) escursione Traversta del Latemar con la Ferrata dei Campanili mi è capitato di avere dei dubbi su un sentiero riportato erroneamente su una mappa. Tornato a casa, ho trovato su Facebook la pagina turistica della zona “Eggental – Val d’Ega” a cui ho chiesto un chiarimento. E cioè se esiste il sentiero segnato sulla mappa Trekkart che passa a nord di Cima Cornon.

Ricostruisco a memoria la prima domanda (è stata cancellata):

IO: Salve ho fatto di recente la traversata del Latemar e la Ferrata dei Campanili. Vorrei un chiarimento riguardo il sentiero 18 dal bivacco Rigatti in poi, nella mappa acclusa passa a nord del Cornon, mentre i segni sul terreno passano a sud. In viola, nell’immagine, la mia traccia gps che segue fedelmente i segni reali del sentiero, che è riportato peraltro correttamente a sud anche in altre mappe. La domanda è: esiste un sentiero che passa a nord come indicato dalla mappa Trekkart?

La risposta dell’ufficio turistico dimostra che chi ha letto la domanda non ha capito una mazza o ha letto molto distrattamente, la riposta infatti non c’entra nulla con la domanda in questione:

Eggental – Val d’Ega: “Gentile Signor Ghezzer! Esiste ben la traversata del Latemar. È possibile farla da Obereggen con la via Ferrata Campanili del Latemar, poi scendendo dalla Cima Latemar fino alla forcella piccola del Latemar, da lí si prosegue per un sentiero fino al Passo Costalunga. Il sentiero è peró solo per esperti!”

IO: Forse non sono stato chiaro oppure non ha letto bene quanto ho scritto. La domanda era: esiste il sentiero indicato dalla mappa Trekkart che passa a nord del Col Cornon?

Eggental – Val d’Ega : “Il sentiero ufficiale è quello indicato in rosso sulla mappa che arriva al Passo Costalunga. L’altro (traccia GPS) non esiste! È sempre consigliato rimanere sui sentieri segnalati!”

IO: Guardi che la traccia GPS segue esattamente il sentiero!

Eggental – Val d’Ega: “Il sentiero è quello indicato sulla cartina/mappa, altri non esistono!”

IO: Ma perché rispondete a casaccio? Se le cose non le sapete, basta dirlo…

Eggental – Val d’Ega: “? perché date risposte a casaccio??? Potremmo sentirci per telefono per favore? Altrimenti non riusciamo a chiarire via messaggi!”

IO: Riprovo a rifare la domanda: secondo la mappa Trekkart acclusa, il sentiero (rosso) passa a NORD del Col Cornon. Questo sentiero esiste? Io non l’ho trovato perché ho seguito i segni bianco/rossi del sentiero che invece passa a SUD, come testimoniato dalla traccia in viola del mio gps. Il sentiero a sud è riportato su altre mappe. Quindi la domanda è: esiste un sentiero che passa a nord del Col Cornon?

La mappa Trekkart col probabile sentiero fantasma...

La mappa Trekkart con l’improbabile sentiero fantasma che passa a nord del Col Cornon: in viola la traccia GPS indica il percorso fatto seguendo il sentiero reale

La domanda mi pare chiarissima, scritta in italiano comprensibile. Ma la risposta è desolante e incredibile.

Eggental – Val d’Ega: Allora, ancora una volta: esistono solo i sentieri che sono anche segnalati sulle cartine! Altri sentieri NON sono percorribili e non esistono!

IO: Guardi, lasci stare…

Dopodiché il frontline dell’ufficio turistico Eggental – Val d’Ega deve aver considerato il tutto come una gran seccatura, quindi ha cancellato tutta la conversazione e mi ha bannato addirittura dalla sua pagina Facebook! :)))

Autore: Agh

Content manager portali turismo e montagna, fotografo, cameraman

7 commenti

  1. Posso capire non essere preparati, posso capire avere difficoltà di parlare e scrivere in italiano, visto il posto, posso capire che non capiscono, ma addirittura bannare, questo non lo capisco??? Hanno capito tutto sui social!

  2. Ma infatti sono rimasto più stupefatto che dispiaciuto 🙂 Ma come è possibile che mettano a rispondere sui social gente simile?

  3. Fai un esperimento antropologico: presentati come turista austriaco e fai le stesse domande (naturalmente in tedesco) vedrai se avranno il coraggio di bannarti. Chissà perchè, Ne dubito fortemente.

    • non so il tedesco 🙂 Comunque lo trovo un comportamento allucinante… Se non sapevano come rispondere bastava indirizzarmi alla sezione alpinistica del posto… non ci vuole un genio

  4. Ciao,Alessandro,sono Flavio di ISM,parecchio tempo fa anche io sono passato per li’ ed era tutto un casino a trovare il sentiero e alla fine mi sono arrangiato facendone uno io; vedo che non e’migliorato di molto con i anni. Per quanto visto a nord non dovrebbe esserci nessun sentiero.

  5. ciao flavio ben ritrovato 🙂 Dopo il bivacco la segnaletica è pressoché inesistente… non so perché

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.